AdSense

lunedì 27 dicembre 2010

Cosa controllare prima di comprare una Vespa

PRIME VERIFICHE

Se la Vespa che acquistate è provvista dei documenti, la prima cosa da fare è che verifichiate che il numero riportato sul telaio sia lo stesso di quello riportato sul libretto di circolazione. Il numero di telaio sul telaio varia di posizione da epoca a epoca:

Sulle Vespe più vecchie esso è prevalentemente posizionato sulla battuta superiore dello sportellino centrale.


Dalla GS VS5 del 1960 sino alla Sprint Veloce del 1969, il numero si sposta sotto la pancia sinistra sul riporto del telaio.

Su tutte le Vespa con ruota di scorta sotto la pancia sinistra quindi GS160/SS180/Rally180-200/TS sino al PX, si trova all'interno del telaio destro, vicino all'attacco posteriore della pancia motore.


Sulle Vespe small frames esso resta invariabilmente sulla battuta superiore dello sportellino motore.


Il numero deve leggersi bene, non deve avere segni di limature, controllate che non ci siano segni di saldatore intorno ad esso perche potrebbe essere stato tagliato da un’altro telaio Vespa e riattaccato sulla Vespa che state per comprare.

I numeri di telaio Piaggio, almeno fino alle ultime serie PX anni '90 sono sempre del tipo 'V' (lettera con sigla tipo Vespa, singola o doppia) (numero della serie, di solito varia da 1 a 5 a seconda del modello) 'T' e a seguire il numero di serie che di solito parte sempre da 1001. Altri tipi di sigle possono identificare alcune produzioni estere su licenza, come le ACMA o le Motovespa, che però non sono riconosciute come Vespa originali, quindi attenzione se per esempio vi propongono delle farobasso con sigle telaio strane tipo 'numero V56', si tratta in realtà di una ACMA del 1956!

Se la Vespa non ha i documenti ma solo la targa o si sa almeno il numero di targa, accertarsi prima di acquistarla tramite visura che sia effettivamente radiata d'ufficio (o demolita senza restituzione della targa) perchè se al controllo doveste trovarla ancora "in vita", dovreste trovare il proprietario reale del mezzo o suoi eredi (se non è la persona che ve lo sta vendendo) prima di avviare qualsiasi pratica burocratica.

Altra 'triste' eventualità è che vi propongano di vendervi una Vespa taroccata, ovvero un modello riprodotto usando come base un'altra Vespa decisamente meno rara. Un esempio classico è la 90SS, che è piuttosto facile da replicare usando di partenza una Vespa 50 telaio corto o una Nuova 125, ma che l'occhio esperto identifica quasi subito come 'tarocco', essendoci dei punti che nessun contraffattore potrà mai eliminare per confondere le idee ad un eventuale compratore che sa dove guardare. Questo avviso è sicuramente indirizzato più al compratore meno esperto che magari si fa ingannare dal prezzo di acquisto decisamente basso. In questi casi farsi sempre accompagnare da persona esperta.

Controllate la sigla del motore, che sia quello coerente col modello. Spesso sulle 50 si trovano motori 4 marce anche provenienti da serie successive (PK) su modelli che ce l'avevano a 3 marce o peggio ancora motori 50 di serie successive al 1964 su Vespe 50 prima serie 1963-64 che hanno particolari critici. Accade spesso che ai 125 telaio large anni '60, '70 e PX abbiano montato un motore 125 più moderno oppure 150 o 200 per farle “tirare” di più. In queste condizioni una Vespa da reimmatricolare non può essere omologata o se parliamo di Vespa con documentazione regolare in caso di controllo da parte delle forze dell'ordine o in caso di incidente grave, di sequestro immediato (e provvedimenti penali nei casi più gravi). Ci sono casi anche contrari in cui la Vespa ha un motore di cilindrata inferiore a quella riportata sul libretto, questo spesso accade nei PX in cui i motori non hanno molte differenze estetiche tra di loro e che può ingannare i meno esperti.

Altre Vespe sono vendute spesso con motori elaborati, dichiarati o meno. Vorrei rimarcare che questo NON è un bonus, ma al contrario un motivo di decremento del valore del mezzo perchè a parte il caso di eleborazioni realizzate da veri professionisti del settore e che comunque potrebbero giustificare un acquisto solo se intendete correre in pista, le elaborazioni "casalinghe" possono essere spesso realizzate anche molto male. Quindi selezionate le Vespe che abbiano almeno la possibilità di avere a corredo il motore o almeno il gruppo termico originale, anche se poi eventuali lavori (o lavoracci) ai carter motore non sono facilmente reversibili con tutte le conseguenze del caso. Nel caso di Vespe 50 con motori 125 da Primavera/ET3, vale quello detto sopra: si tratta chiaramente di mezzi irregolari passabili di sequestro e si dovrebbero considerare acquisti solo da quelle persone che possono fornire l'intero motore 50 originale assieme alla Vespa.

Se la Vespa vi viene venduta come marciante dovete esigere di fare un giro di prova, magari in un area privata per aggirare la possibilità di un diniego a causa della possibile mancanza dell'assicurazione o della revisione o almeno l'accensione del motore per verificare la funzionalità.

Altrimenti fatevi firmare almeno un pezzo di carta su cui esigete la restituzione del mezzo se dovessero saltare fuori magagne non dichiarate tali da rendere antieconomica la riparazione. Non avrà validità davanti ad un avvocato, ma almeno mettete le mani avanti.

VERIFICA DELLA CICLISTICA E DEL TELAIO

Le leve del freno e della frizione nella maggior parte dei casi dovrebbero muoversi regolarmente e rientrare nella loro posizione dopo averle tirate, altrimenti vuol dire che ci sono problemi meccanici da risolvere. Spesso per corrosione da acqua piovana il manicotto del cambio può risultare bloccato, ma dovrebbe essere un problema facilmente risolvibile con Svitol o simili. Gli ammortizzatori, specie nelle Vespe più vecchie, sono quasi sempre da revisionare o da sostituire proprio, spesso sono addirittura bloccati completamente. Si tratta comunque di una situazione tipica e di soluzione abbastanza economica.

Controllate la simmetria della forcella con la ruota anteriore e per eventuali pieghe, in senso laterale o frontale, indice di incidenti subiti dal mezzo. Facendo tenere fermo da qualcuno il manubrio e tenendo la Vespa sul cavalletto, scuotere energicamente avanti e indietro la ruota prendendola per il mozzo e controllare eventuali giochi laterali o frontali, della forcella o dei cuscinetti del tamburo.
Problemi in questa sezione della Vespa significano quasi sempre costose manutenzioni.


Osservate minuziosamente il telaio. E’ facile che abbia deformazioni e ruggine, o addirittura che ci siano segni di saldature date da restauri fatti coi piedi, attaccando le lamiere di un modello sopra un altro.


Se si tratta di un mezzo cosiddetto "conservato" ovvero ancora con la vernice originale di fabbrica, questo è un punto a favore dell'acquisto perchè ne aumenta l'originalità salvo i casi in cui la vernice sia troppo rovinata o le zone arrugginite troppo estese per cui è impossibile mantenere la vernice soprattutto in quei casi in cui sia necessaria la reimmatricolazione e che impone mezzi in perfetto stato. Quando valutate un mezzo conservato, considerate sempre che un conto è vedere la Vespa nello stato in cui ve lo presentano e che potrebbe erroneamente essere considerato scadente e come invece si potrebbe trasformare con un buon lavoro di pulizia e ripristino ragionato (quello che è universalmente conosciuto come "restauro conservativo").



Se si tratta di un mezzo restaurato controllate con una calamita a ferro di cavallo, se possibile, i punti critici della carrozzeria per evidenziare eventuali colate di stucco usato per occultare approssimativi lavori sulla lamiera o grosse botte tirate su alla meglio o riparazioni di fori, crepe e ruggine passante con vetroresina. Un indice di abuso di stucco è la 'sparizione' degli angoli del telaio meno accentuati, arrotondamenti e crepette longitudinali sospetti sulla giunzione delle lamiere e un aspetto generale 'plasticoso', non regolare della superficie verniciata come se la Vespa fosse fatta appunto di PVC e non di metallo!

Fate particolarmente attenzione se state trattando un PX125-150-200E prima serie con ganci interni fino al primo anno di produzione Arcobaleno (1982-1983). Per un difetto di progettazione la zona di attacco delle pance vicina al passaggio dei cavi del telaio è debole e per vibrazioni e sollecitazioni tende a crepare vistosamente con conseguenze facilmente immaginabili per la resistenza del telaio.


Davanti al parafango anteriore dei modelli small frame (50, Primavera ecc...) si trova spesso un’ammaccatura perchè la forcella forza su di esso. Le ruote per questa ragione potrebbero andare fuori corsia. Questa ammaccatura può essere riparata via via col martello ma è facile trovarne segni o sentire se è stato dato dello stucco.

La pedana è il posto dove la ruggine attecchisce più volentieri, e le possibilità che passi da una parte all’altra bucando il telaio sono maggiori. Le risaldature su di una vespa possono essere costose e se fatte male snaturano il mezzo.

Se le pedane sono arrugginite superificialmente il danno è comunque affrontabile, mentre quando la ruggine è passante e le traverse saldate sotto sono in cattive condizioni il problema da risolvere è maggiore sino a dover prevedere di sostituire integralmente l'intera pedana. Se il supporto motore è arruginito bisognerà prevedere dei rinforzi perchè naturalmente la stuccatura in quel punto diventa inutile. Altre zone di ruggine critiche sono la parte anteriore del serbatoio, l’interno delle sacche e del parafango posteriore dove l’acqua di solito fa i maggiori danni.

Due zone da controllare nei modelli large, soprattutto sui PX, è la zona del telaio appena dietro il parafango, su cui a causa della forma rialzata del bordo di quest'ultimo, l'acqua piovana batte insistemente, formando in caso di trascuratezza il classico contorno rugginoso di traforazione che costringe poi a radicali interventi sulla carrozzeria. Questa traforazione se trascurata porta alla formazione di ruggine nella parte terminale del tunnel, vicino al gancio della pancia che viene rilevata quando ormai è troppo tardi in quanto ha lavorato dall'interno.

Altra cosa da controllare sempre è la parte superiore stretta del tunnel, dal pedale del freno verso l’alto. Se ci sono ondulazioni (anche e soprattutto all’interno) è probabile che la Vespa sia stata incidentata.

Nelle small un segnale tipico di precedente grave incidente subito è una serie di pieghe diagonali nella parte inferiore dello scudo anteriore, nella zona tra il pedale del freno e il clacson. Quando la Vespa viene tirata per essere raddrizzata la lamiera snervata produce la tipica piega.

Stessa cosa per la parte posteriore della Vespa, per eventuali tamponamenti che possono essere stati riparati alla meglio. Per le small verificate che gli sportellini laterale non si aprano e chiudano con troppo sforzo o che rimangano fuori squadro troppo. Verificate il bordo interno dello sportellino motore per controllare che non ci siano pieghe o crepe sospette, per le large verificate la zona della targa e il bordo inferiore del telaio sotto le pance e all'interno del vano motore, all'altezza della gobba che fa passare l'ammortizzatore posteriore.

Altra cosa importante, sempre per rivelare precedenti incidenti gravi, è verificare la simmetria del telaio. Porsi sempre in asse e al posteriore della Vespa e verificare a occhio (ci vorrebbe una dima, ma non è certo possibile portarsene una dietro in questi casi...) che le due parti dello scudo siano pari tra di loro rispetto al canotto della forcella e che il canotto della forcella stessa sia in asse perfetto con la zona del telaio sottosella.

E'raro ma è possibile che ci siano problemi anche con quest'ultima zona del telaio, in questo caso osservate di lato da sopra la lamiera che scende verso la pedana per rilevare gobbe o pieghe sospette.


VERIFICA DEL MOTORE

Fondamentale è che il motore giri: anche senza che la Vespa vada in moto (carburatore sporco o candela vecchia) si sente “a orecchio nudo” se fa dei rumori strani. In movimento, oltre al suddetto controllo del cambio, fare attenzione a battimenti sospetti o scricchiolii, ciò può essere indice di motore ormai "alla frutta" e da revisionare completamente con costi molto maggiori di una semplice revisione di manutenzione ordinaria.

Se non c’è la candela e la Vespa era allo scoperto prendendo pioggia, il motore probabilmente sarà del tutto bloccato.

Durante il giro di prova fate attenzione al cambio: le marce non devono uscire da sole (es.: siamo in seconda e alla prima accellerata ci si ritrova in folle senza aver fatto nulla).

Bisogna controllare se la parte del motore intorno al tappo dell’olio è ammaccato o saldato, perchè si trova all’altezza del marciapiede e spesso prende delle botte, causando dei gravi danni al carter come abrasioni profonde o proprio delle crepe.

Un problema meno comune ma non per questo minore è la possibilità che i silent-block del braccio motore (ma anche della sospensione posteriore) siano usurati o danneggiati, facendo andare fuori asse il motore rispetto al telaio. Per questo posizionatevi dietro alla Vespa e verificate la corretta inclinazione (pochi gradi verso destra) del motore rispetto al telaio. Disassamenti maggiori sono sospetti e la riparazione in questi casi sarà sempre costosa.


Per controllare che il sistema elettrico funzioni la prima cosa banale è, se la Vespa va in moto, che fanale anteriore e posteriore ed eventuali frecce si accendano. Altrimenti tenere la candela a contatto con una parte metallica e mentre si da il colpo alla pedalina controllare che faccia la scintilla. Nelle Vespe più moderne con impianto a 12V è presente il regolatore che se anche non frequentemente, è soggetto a rotture che possono esplicarsi in nessun funzionamento (interrotto, luci spente) o nessuna regolazione (luci bruciate e che si bruciano ancora sostituendole)

Più spesso che nelle Vespe più vecchie, anche i fili dell'impianto statore sono spesso soggetti a rotture dell'isolante esterno e che può dare problemi di malfunzionamento. Sono comunque problemi, questo e quello del regolatore inefficente, facilmente risolvibili con spese non elevate.

162 commenti:

Marco ha detto...

Ciao, che modello di vespa consiglieresti di acquistare?
Ciao e grazie Marco

Largo...Ciospe! ha detto...

Con così pochi elementi potrei dirti...qualunque! Poi dipende dai soldi, dagli anni che hai, dalle tue dimensioni corporee... ;-)

Marco ha detto...

Riciao... elementi: quasi 90 kg, soldi no problem ma ovviamente se GRATIS meglio :)... 38 anni e voglia di vespa... prima avevo fiat 500 L.. :)..ciao Marco

Largo...Ciospe! ha detto...

Gratis si trovava qualcosa ancora sino al 2005 circa e salvo scatti di generosità inusuali oggi comprare una Vespa è un affare da soldi e non pochi! Diciamo che trovare un PX125 oggi mediamente si parte dai 1000 € per una Vespa da usare così com'e'. Se ti piacciono le small targate, i PX200 o quelle anni '70 allora le cifre aumentano moltissimo, dai 2500-3000 € in su.
Una Vespa 50 Special restaurata può venire tra i 1500 e i 2000 €. A meno troverai solo i PK 50, che ancora adesso non sono davvero molto ricercati, qui dovresti stare sui 500 €.

Anonimo ha detto...

Ciao,ho massimo 3200 euro da spendere in una vespa 150 o 200 di cilindrata cosa mi consigli?
ciao e grazie Alessandro
p.s. possibilmente in buone condizioni insomma da usare tutti i giorni

Francesco Caizzi ha detto...

Ciao Alessandro, con 3200 € di modelli Vespa 150 restaurate o ben conservate da usarsi tutti i giorni su strade statali e cittadine ce ne sono diverse, tra le 150 potrei dire senz'altro se ti piacciono stili anni '60-'70 la Vespa GL che è molto elegante ma piuttosto scarsa a prestazioni (85 Kmh)o meglio la successiva Vespa Sprint che ha un gran motore con ottime prestazioni, ancora meglio la Sprint Veloce che ha un motore a 3 travasi che arriva molto vicino alle prestazioni del PX200 o se vuoi qualcosa di più insolito la VBB1-2 o la Super 150 con le ruote da 8" (ma sempre tranquille a prestazioni). Tutte queste Vespe però non potrebbero girare ne su tangenziali, ne su superstrade ne tantomeno su autostrade perchè pure essendo classificate '150' sul libretto è riportata la cilindrata effettiva che è inferiore.

Per questo specifico dovrai per forza considerare l'acquisto di un PX150 che sebbene non sia realmente un 150, sul libretto di nuovo tipo che hanno queste Vespa è riportato '150' alla voce cilindrata. Se ti interessano ottime prestazioni ti consiglio la P150X con o senza frecce che hanno lo stesso motore della Sprint Veloce. Le serie successive con accensione elettronica non hanno lo stesso spunto di questo primo modello a puntine.

Come 200 invece c'e' ben poco perchè con 3200 € non si trova niente che non sia o totalmente da restaurare o privo dei documenti o perlomeno radiato d'ufficio. Quindi con questo budget alla fine ti resta solo la gamma P200E-PX200E, budget che ti permette di prenderne una praticamente rimessa a nuovo e magari anche col mix

scala66@live,it ha detto...

Ho una vespa 50/pk v5x5t del 1989. Sono andato alla motorizzazione per fare la reimmatricolazione del veicolo, ma mi hanno detto che manca il numero di serie del blocco motore. Cosa devo fare?

Anonimo ha detto...

ciao, ho una vespa 125, telaio V33 T 2..... , senza documenti e senza targa.
Come faccio a capire se un acma o no? una persona mi ha detto che forse, dice forse, è un acma, ma dalla tua spiegazione che ho letto non mi sembra.
Grazie

dario ha detto...

Ciao oggi ho visionato una vespa modello 125 super restaurata molto bene con parti ancora originali. Ma chiede 4000 euro secondo me troppi... Tu che ne pensi?

Francesco Caizzi ha detto...

4000 € chi te li chiede, un privato o un commerciante. Nel primo caso, si sono troppe... la Super non è un modello molto ricercato, io direi più sui 3000-3500 max e poi dipende sempre dal grado di finitura, non tutti i restauri sono da 5 stelle, si sa...se si tratta di un commerciante, c'è poco da fare, quelli vogliono guadagnarci sopra...Ciao F.

Anonimo ha detto...

Ciao, ho trovato uba vespa 150 vnbb1t funzionante, con targa e documwnti in regola ma con qualche bozzo sulla carrozzeria ed evidenti ritocchi con stucco su cofani e telaio. La richiesta e di 2000 euro poco trattabili. Che mi dici....ne vale la pena o la richiesta e troppo elevata?

Francesco Caizzi ha detto...

Basandomi solo sulla descrizione, direi che per una VBB1 quasi conservata con doc regolari è un prezzo abbastanza in linea con il valore medio di mercato, anche se credo che visto il modello non molto raro sarebbero meglio 1500 certi che 2000 trattabili...magari se ci includesse dentro anche il passaggio sarebbe anche meglio...
Ciao F.

Anonimo ha detto...

Ciao francesco, grazie per la risposta immediata. Vista la tua grande esperienza mi farebbe piacere inviarti qlc foto per poter avere una tua valutazione piu completa. Posso inviartele? Se si a quale indirizzo mail?

Francesco Caizzi ha detto...

Ok, mandami le foto a largociospe@gmail.com. Nel frattempo che esamino le foto se gentilmente vuoi aiutare questo blog e me a prosperare ti chiedo almeno di cliccare su qualche link di AdWords ;-)

il melograno ha detto...

ciao, ho una vespa 125 TS del 1976 restaurata da me. Ne ho fotografato le varie fasi del restauro e vorrei un commento da parte tua. Posso inviarti le foto? Se si a quale indirizzo? Grazie e ciao. Simone sim.s31@tin.it

Anonimo ha detto...

BresciaContattal'utenteChiama+390309381564

VESPA 125 1963

1234561255 visite 1.900 €Categoria:Moto e ScooterRegione:LombardiaProvincia:BresciaIndirizzo:via XX Settembre 44, ManerbioTipologia:ScooterVenditore:AziendaChilometri:9Anno:1963Marca:PiaggioCilindrata:125Sito Web:www.gobettidueruote.itPiaggio vespa 125 del 1963 conservata perfettamente funzionante sprovvista di targa e documenti telaio vnb4t motore vnb4mCondividiData: 10.02.2014n° annuncio:54961660Sito DesktopLink SponsorizzatiScusate....ho visto questo annuncio su internet. Chiedevo gentilmente una risposta sincera......vale la pena comprarla.????

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Ciao, sono riuscito a vedere la Vespa in questione e purtroppo la risposta è NO. Sebbene apparentemente sembra messa bene, si vede chiaramente che è stata riverniciata a pezzi e pure male e poi ci sono diversi particolari da sistemare. Così messa saresti costretto comunque a rifarla da cima a fondo, pena il rifiuto di sottoporla all'esame FMI/ASI per poi procedere oltre. Una Vespa così per renderla conveniente da rimettere dovrebbe costare un terzo della cifra richiesta. Con questi prezzi vai molto oltre quel che pagheresti per una Vespa analoga regolare già restaurata con doc e targa originali.

Pablo Rimoli ha detto...

Ciao. Sono in Uruguay. Fra poco vado a vedere una P150X 1980. Questo modello mi piace da anni e vorrei sapere se ne val la pena. Il prezzo é 900/1000 euro circa. Penso sia italiana anche se ci sono dei modelli LML, STAR e BAJAJ, ma arrivati in Uruguay molto dopo gli 80'. Como faccio per verificare se italiana o meno? Secondo te sarebbe un modello Vespa da apprezzare, di uso giornaliero, ecc? Il prezzo potrebbe essere raggionevole? Ci sono ogni giorno di meno i pezzi ricambio originali purtroppo... Grazie

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Ciao, saluti dall'Italia! Che dire, un P150X del 1980, quindi motore a puntine 3 travasi di derivazione ex-Sprint Veloce in Italia a 900/1000 € (non so la sua attuale condizione) è considerato un prezzo basso, perchè un modello del genere qui viene valutato minimo sui 1500 €...so cmq che in America Latina è piuttosto diffuso il VERO PX Piaggio...per verificare che sia o no una vera Vespa, devi guardare sul telaio sotto la pancia destra, poco più dietro della gobbetta sotto cui passa l'ammortizzatore posteriore e devi verificare che la sigla del telaio comincia con VLX1T... e poi a seguire il numero di serie. Altre sigle non fanno parte della numerazione Piaggio. Ti saluto e grazie per aver visitato il mio blog!

Pablo Rimoli ha detto...

Grazie Francesco. Infatti, il prezzo è ottimo, anche se ci saranno dei lavoretti da fare. Tutto sommato mi sembra abbastanza bene. Il modello, apparte bello, ti sembra buono? Meccanica...carrozzeria...ecc?
Grazie e a presto

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Il P150X come carrozzeria è un modello standard come tutti gli altri PX prima serie, quel che va molto bene è il motore che è derivato direttamente dallo Sprint Veloce, se in buone condizioni ha un tiro e una velocità di poco inferiori a quello del PX200.

Pablo Rimoli ha detto...

Grazie Francesco. Se la prenderò, ti farò arrivare delle foto e commenti del caso.
Forte abbraccio, Pablo

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Okkkk ;-)

Anonimo ha detto...

Ciao Ragazzi,
Ho una vespa SS90 e' dovro' cambiare parte del culo che purtroppo e' mangiato dalla ruggine (per intenderci, dove siede la targa).
Mi sapreste dire se quella parte e' uguale ad una vespa 50 special? Anche la fiancata di sx (lato scarico) non e' messa particolarmente bene. Prob dovro' sostituire anche quella, e' uguale alla special?

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Secondo me dovrebbero essere identici, anche se per la precisione dovresti usare un telaio da 50 pre-1967 a passo corto. La 90SS ha anche un rinforzo sotto la pancia sx che va su fino al puntone interno del vano serbatoio.

Anonimo ha detto...

salve, sono interessato a prendere una vespa p125x del 1980:

http://www.subito.it/moto-e-scooter/piaggio-vespa-125-px-1980-reggio-calabria-93451230.htm

l'ho vista e sentita, e camminando m sono accorto che borbotta(scoppietta). lui dice che è un problema di candela, visto che è in rodaggio con miscela al 3%. di certo si accende al primo colpo e non ha ruggine, anche se è stata riverniciata non professionalmente.
che dice, varrebbe la pena spendere 2000 euro?
grazie :)

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Ciao, si un motore a puntine che borbotta può essere la candela sporca dalla miscela troppo grassa, un anticipo settato male (troppo anticipato) oppure le puntine che non lavorano bene...cmq non credo un grosso problema. 2000 € riverniciata non professionalmente può essere il suo valore, di solito P125X andanti, senza particolari sistemazioni chiedono dai 1200 ai 1400 €. Solo la verniciatura può valere i 600 € di differenza.

iacopo ha detto...

salve Francesco avrei bisogno di un consiglio vorrei vendere la mia mitica vespa p200e del gennaio 1982 libretto e num telaio tutto ok/VSX1T/119145, motore perfetto ruote nuove ,colore originale blu grigio elettrico ha la carrozzeria da controllare poca ruggine , da saldare un aggancio del cavalletto e sostituire la manopole e il porta targa ,io la uso regolarmente e tira che e un piacere. potresti consigliarmi un prezzo onesto. ps ci sono anche due caschi ottimi due portapacchi e il parabrezza nuovo se aiutano...grazie mille e bel blog iacopo

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Ciao Jacopo e grazie. Sinceramente senza vedere la Vespa non saprei darti una cifra certa, con i caschi, i portapacchi e il parabrezza, direi che potresti stare tra i 2200 e i 2500 €. Certo è che oggi si contratta molto più di una volta. Ciao F.

iacopo ha detto...

grazie mille francesco cerchero di acquistarne un altra negli USA ...vorrei spedirla pero costa molto. e sempre difficile separarsi dalla propria amata vespa. seguiro il blog ciao a presto

Anonimo ha detto...

Salve oggi sono andato a vedere una 50 special prima serie v5a2t del 1971 3 marce , la vespa si presentava abbastanza bene vista da lontano ma quando mi sono avvicinato ho trovato le pedane tutte butterate , ho chiesto il perché al proprietario e mi ha risposto così " e solo anti rombo per evitare la ruggine " mi sono affacciato sotto per vedere la situazione e ho trovato un sostegno pedana spezzato, ho chiesto di fare un giro e senza problemi mi ha dato la vespa tutto ok . Quando ho rimesso la vespa sui cavalletti ho notato che la ruota anteriore toccava a terra e ho deciso di controllare sotto la forcina e ho trovato due nervature dovute ad un incidente precedente lui chiedeva 1400 euro è sceso a 1200 e io non ho accettato spero di aver fatto bene grazie angelo

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Direi di si, perchè quando mettono l'antirombo (che non solo non evita la ruggine ma la fa proprio venire!)di solito è per coprire magagne peggiori, tipo lamiere saldate a cavolo o peggio ancora rivettate. Poi il fatto che ci sia una traversina spezzata è indice di trascuratezza, tra l'altro una traversina rotta significa che alla lunga la pedana in quel punto di fletterà se non addirittura spezzerà. Se devi spendere 1400 € bisogna che la pedana sotto sia pulita solo verniciata e con tutti gli elementi a posto. Ciao F.

Anonimo ha detto...

Dopo innumerevoli tentativi non sono riuscito a capire il modello della vespa 200! Eterna gratitudine a chi puo chiarificarmi il modello:
data immatricolazione sul libretto 1999,
telaio: VSX1T 6003782
motore: VSE1M 401433

Che modello e?
Grazie
Maurizio

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Non ho riferimenti certi, ma credo sia il corretto numero di serie. Negli ultimi anni degli anni '90 noto che saltano di numerazione a milioni di unità, quindi il numero dovrebbe essere coerente con un PX 200 del 1999 che tra l'altro dovrebbe essere uno degli ultimi prodotti.

nino ha detto...

salve volevo chiedere un vostro parere posseggo una vespa px 200 del 91 con tutte le carte in regola pero non in perfettissime condizioni di carrozza, siccome avevo pensato di venderla quanto potrebbe valere ?
e poi vale la pena venderla ?

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Ciao, penso tra i 2000 e i 2500 € circa.

nino ha detto...

grazie francesco della risposta tempestiva , ma poi dimmi se la rimetto a nuovo quanto potrebbe valere grazie di nuovo.
ah dimenticavo la vespa ha le targhe greche il valore e' lo stesso?

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Ecco...infatti mi sembrava strano un PX200 italiano del 1991 perchè in quegli anni la Piaggio in Italia commercializzava solo la Cosa. No, purtroppo avere targhe greche influisce eccome sulla vendita della Vespa in quanto chi la dovrà comprare dovrà anche affrontare la spesa non indifferente e la trafila burocratica di reimmatricolazione in Italia e questo dovrai tenerne conto...anzi, temo che questa sarà una grana davvero difficile da superare perchè conoscendo la burocrazia italiana, molti preferiranno cercare altrove piuttosto che imbarcarsi in questa avventura a meno che non vendi a prezzo davvero conveniente. Piuttosto ti consiglio di fare tu il passaggio da targa greca a italiana e poi vendere la Vespa regolare, così com'e' perchè è un mezzo troppo recente e non recuperesti mai la cifra spesa per sistemarla o restaurarla. Ciao F.

nino ha detto...

okfranscesco grazie mille provero' a fare la mia ricerca per sapere quanto costa e quanto tempo occorre per trasformarla in targhe italiane e se ne varra' la pena .............

Largo Ciospe Francesco ha detto...

http://www.aci.it/i-servizi/guide-utili/guida-pratiche-auto/importare-un-veicolo.html

Prova a controllare qui.

nino ha detto...

grazie di nuovo fra'
sai la stavo dando qui in grecia per 600 e ma poi mi sono risaputo e cerchero ilmodo migliore per metterla anuovo e casomai fargli le targhe italiane per ottenere una migliore offerta di mercato.

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Un momento, non sei stato chiaro. Io avevo capito che eri in Italia e avevi un PX con targa greca. Se sei in Grecia...a parte la situazione economica di quel paese, credo che non puoi assolutamente chiedere i soldi che ti darebbero in Italia. Lì le Vespa sono mezzi come tanti altri, secondo me...non come qui che c'e' la mania! ;-)

nino ha detto...

comunque france' devi sapere che la mania per la vespa esiste pure quie esistono pure molti raduni solo che pensavo di portarla in italia visto che li vale molto di piu'

nino ha detto...

comunque ho deciso non la vendo piu' la rimettero' a nuovo fammi sapere un po dove trovare tutti i pezzi per rinnovarla.grazie

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Bene ;-) Ti consiglio di acquistare le parti da BICASBIA RICAMBI il cui negozio online lo trovi su Ebay. Sono di Cerignola (FG) i prezzi sono molto concorrenziali e l'assortimento è molto vasto. Certo però attenzione alle spese postali perchè in Grecia ho visto che si spende un sacco di soldi...

Luca Fontana ha detto...

Ciao Francesco
Ho visto una vespa 125 modello vnb4t, del ‘63, che potrei essere interessato a comprare. Volevo farti alcune domande:

- Il venditore mi dice che possiede libretto, targa e complementare originali, ma la vespa e’ stata radiata d'ufficio nel 1988 causa mancato pagamento bolli da parte del proprietario di allora. Cosa bisogna fare per ottenere di nuovo l’abilitazione a circolare, e che costi ha?

- Salvo vederla di persona, dalle foto e dalla descrizione sembra un conservato in discrete condizioni vista l’eta’. Il venditore chiede 3200 Euro. Credi sia un prezzo congruo? Quanto puo’ costare un restauro (ordine di grandezza)?

Ti ringrazio anticipatamente per le risposte che potrai darmi

Luca

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Devo dirti che il venditore ha delle belle pretese!!! Per 3200 € o poco più ormai una VNB4 cercando un pò si trova già restaurata con documenti in regola!
Se poi dovessi restaurarla + il costo della trafila burocratica, vai totalmente fuori budget e/o valore del mezzo. Considera che un restauro fatto da me di una Vespa del genere sta tra i 2500 e i 3000 €, di cui quasi una metà solo per la carrozzeria+sabbiatura, a cui devi aggiungere un 400/500 € (più mesi e mesi di attesa) di spese burocratiche per la reimmatricolazione tramite FMI o ASI. Così arriviamo a 6300-6800 €!!! Per essere appena conveniente, una VNB4 radiata dovrebbe venire non più di 1000 € e avere i documenti in regola. Oppure dovrebbe essere un conservato della madonna su cui non dover fare quasi nulla prima della reimmatricolazione, ma non credo sia il tuo caso...Ciao F.

giuseppe mazzarelli ha detto...

Ciao Francesco ho trovato una vespa nel mio garage ma non ci capisco praticamente nulla... Ora sto cercando i documenti intanto mi dai una mano a capire il modello?? Se mi dai il tuo indirizzo email ti mando qualche foto

nino ha detto...

grazie francesco buon anno

Francesco Paternoster ha detto...

Ciao vista la tua gentilezza, ti faccio una domanda anche io, ho per le mani un p200E rosso al prezzo di 2200. Il motore sembra apposto ma la carrozzeria presenta delle riverniciature rosse fatte alla bene e meglio dal vecchio proprietario, in particolare il parafango, uno dei bomboloni laterali e l'angolo sotto il manubrio. Anche la pedana è stata ritoccata sia sopra che sotto in particolare sotto è stat riverniciata e la vernice si sta sfaldando. Secondo te la cifra richiesta è ancora accettabile? grazie

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Infatti il problema è proprio la possibile ruggine nascosta, il PX per la conformazione del parafango anteriore e dell'altezza della forcella rispetto allo scudo ha sovente problemi di ruggine gravi al tunnel, soprattutto nell'area dello scudo dietro il parafango e nell'area attorno all'aggancio delle pance, quando la corrosione anteriore arriva anche dietro. Se così fosse, 2200 € non sono una cifra consona. 2000 € si danno per un mezzo medio-discreto conservato senza ruggine passante, per questa se è come immagino non si può pagare più di 1800 € e le riparazioni sicuramente saranno più costose della differenza di prezzo, se non c'e' ruggine io starei più sui 2000. E poi non sai nemmeno come è messo realmente il motore. Ma è ancora un prima serie o un Arcobaleno?

Anonimo ha detto...

Ciao francesco, complimenti per il blog, è già tra i preferiti, sono alle prime armi e vorrei comprare un px 125, posto il link di un annuncio, il prezzo ritrattato è di 2100 euro, ti sembra onesto? il proprietario dichiara riverniciatura più revisione (attestata da fattura officina)
http://www.kijiji.it/annunci/moto-e-scooter/lecco-annunci-lecco/vespa-px125/80213031?utm_source=systememail&utm_medium=core&utm_campaign=reply

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Ciao, la Vespa si presenta molto bene...che dire, è il prezzo di un PX125 + quello che più o meno viene una carrozzeria, bisognerebbe controllare direttamente il mezzo, soprattutto sul motore che a volte per risparmiare è solo "lucidato" all'esterno...revisione potrebbe essere solo una manutenzione e il motore ha 60mila km e più...

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Vedo adesso che ha sotto una marmitta ad espansione "Pitone" degli anni '80. Attenzione allora che non abbia sotto un 177 con il motore magari tutto elaborato...

Luigi Cucinotta ha detto...

Ciao Francesco, mi daresti una mano a valutare la congruità di un annuncio? Vorrei comprare una vespa da restaurare ma sono un neofita e non vorrei prendere fregature. Posso contattarti privatamente?luigi

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Si certo, mandami pure un messaggio privato per questo.

Ciao F.

Luigi Cucinotta ha detto...

A che numero posso contattarti? Il mio è 3346113170. Se sei disponibile eventualmente, se mi fai uno squillo ti chiamo :)

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Pensavo che volessi mandarmi dei link di annunci o delle foto di una Vespa che volevi acquistare e allora puoi scrivere a largociospe@gmail.com oppure puoi chiamarmi al 338/8173233 ma se oggi, stasera dopo le 19. Ciao F.

Anonimo ha detto...

Ciao volevo chiederti un parere su questa vespa! Ti mando il link dell'annuncio:
Volevo sapere se c'erano le condizioni per un reale senza frecce o a vista se sembrava tarocca!
http://www.subito.it/moto-e-scooter/piaggio-vespa-125-px-anni-70-foggia-101439582.htm

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Ciao, difficile dire così se è un vero senza frecce o un tarocco ex-con le frecce a cui hanno chiuso i fari fori delle frecce e sostituito le pance posteriori...beh certo sarà anche iscritta ASI ma vedo la chiave di contatto che il P125X non dovrebbe avere e la targhetta sulla sella "Piaggio" che deve essere a colori invertiti. Andrebbe controllata di persona...ma per una prova certa il venditore dovrebbe fornirti foto della lavorazione della carrozzeria prima del risultato finale.

Ciao F.

Simsim ha detto...

Ciao vorrei chiederti un'opinione su questa vespa!Sono neofita ma mi sono sempre piaciute le vespe "antiche" e vorrei restaurarne una con mio Papà.
Ti posto il link con l'annucio e (se hai tempo) vorrei avere una tua opinione in merito!
Grazie Ciao
Simsim
http://www.vespamarket.it/vespa-faro-tondo-3-marce-/a/7369/

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Ciao, questa non è una Vespa 50 del 1963, ma più presumibilmente è un 50R dal 1970 in poi. Il mezzo è abbastanza integro e il prezzo è molto basso, però ha bisogno di un restauro completo, non è possibile davvero utilizzarlo così com'e'. Devi prevedere una spesa almeno di 1500 € per riportarlo allo stato iniziale...naturalmente è una cifra minima, potrebbe anche volerci di più...

Ciao F.

Anonimo ha detto...

Ciao, ho trovato una vecchia vespa con targa abbandonata in una cantina di uno stabile acquistato dalla mia società. Date le condizioni credo sia un po' d'anni in disuso (cmq tutta da rivedere). La domanda è: posso fare visura al PRA e cercare di rimetterla a posto a livello documentale affinché qualora mi fermino sia tutto in regola o mi conviene portarla al ferrovecchio?
Ringrazio chiunque vorrà/potrà darmi informazioni.
Saluti
Luca

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Ciao, si l'unica strada è quella e anche di controllare col numero di telaio sul sito della Polizia di Stato che non sia un mezzo rubato. Una volta controllato, può risultare nel primo caso di proprietà ancora di qualcuno (anche se dubito, se è così tanti anni che è ferma ma dipende anche che modello è, cosa che tu non mi dici) oppure secondo caso più probabile in stato di radiazione d'ufficio per mancato pagamento bolli per tot anni nel passato. Nel primo caso o si risale al vero proprietario (e probabilmente si dovrà accordare con lui una cifra per l'acquisto + passaggio) o si fa a pezzi per venderli o recuperarli...ma chiaramente così si fa un illecito! Oppure nel secondo caso se risultasse radiata d'ufficio si può anche recuperare e prenderne possesso con un semplice atto d'acquisto tra privati con firme autenticate in comune (ovvero qualcuno si presta come "venditore" e uno di voi la "acquista" anche per una cifra simbolica a prezzo di ferro) e poi prevedere di restaurare per riportarla poi in strada tramite art.2688 con registro storico FMI o ASI. Sulla convenienza di questa ultima trafila però pesa il valore intrinseco del mezzo...se si tratta di una farobasso degli anni '50 sicuramente conviene sempre, ma se per caso è un PK o un PX degli anni '80....ovviamente no, perchè le spese burocratiche+materiali sono molto alte.

Anonimo ha detto...

Altra cosa, siccome dovrei rifare la targa come faccio per conservare il libretto originale? Mi hanno detto che lo ritirano. Grazie ancora.

Alessio ha detto...

Ciao Francesco,

vista la tua esperienza ti chiedo quale può essere il prezzo per una vespa gtr del 1970 restaurata in toto, vernice alla nitro, ferma da qualche mese, necessita solo di una pulita al carburatore e poi è pronta da usare?
Vuoi qualche foto?

Grazie

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Ciao Alessio, anche se dicessi 2000,3000,4000 il prezzo lo fa il venditore, quindi dovresti dirmi qual'e' la richiesta economica e si, avere qualche foto del mezzo per capire se conviene o no. puoi mandarle a largociospe@gmail.com

Ciao F.

Anonimo ha detto...

Ciao Francesco, avrei bisogno di un consiglio....vorrei acquistare una vespa e ho trovato una gl 150 da restaurare completamente e da reimmatricolare, il proprietario dice di avere il libretto ma non sa dove sia il nr telaio per verificare che sia corretto. La sua richiesta è di 1200€. Che dici? Grazie in anticipo e complimenti per il blog.
Ciao Cristian

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Ciao Christian, situazione classica la tua...il numero di telaio (se si legge ancora) è posizionato sul lembo inferiore del telaio sotto la pancia sinistra. Il problema maggiore sta nei costi a cui arriva l'operazione, ovvero: devi pagare 1200 € una Vespa (che si spera sia almeno completa, altrimenti è una operazione senza speranza) che se devi reimmatricolare da radiata d'ufficio è cmq da restaurare completamente e perfettamente, nessuna via di mezzo. Quindi consideriamo che se la Vespa è pure messa malino ci vogliono almeno 1000 € di carrozzeria che presumo non farai tu in casa, poi va rifatto il motore, sostituite tutte le parti usurate e come minimo ti partono 1200-1500 € e forse anche di più soprattutto se la GL adesso ha la sella doppia come spesso succedeva negli 60 e invece va rifatta con la sua sella singola e portapacchi in metallo originale. E chi si occuperebbe del restauro?...e non è finita, devi considerare anche le spese di reimmatricolazione (e molti mesi di attesa) che sono da fare assolutamente tramite una agenzia, altrimenti stai sicuro che la burocrazia verso un semplice cittadino ti farà desistere dall'impresa...e parliamo di altri 400 €. Quindi facendo due conti: 1200+1000+1200/1500+400 e siamo già a 3800-4100 € e non abbiamo considerato la manodopera...se la facessi io una Vespa del genere smonta, tratta i vari pezzi, rimonta prenderei almeno 1000 € (certo, c'e' chi si svende perchè lo fa come lavoretto secondario...ma non entro nel merito per la qualità del lavoro!) quindi siamo arrivati a 4800-5100 €...con un budget del genere te ne compri una regolare già restaurata, basta che dai un occhiata su subito.it, ne trovi una sicuramente anche a meno del budget. Questi lavori convengono secondo me, solo se la Vespa radiata è di famiglia (e quindi non la paghi niente o appunto se te la regalano) e il restauro si può fare conservativo oppure solo se la Vespa è molto rara e di alto valore (p.es. GS 150 - bacchetta - Vespa 98) o almeno che sia regolare di libretto e targa così che potresti fare un lavoro parziale solo per riportarla in strada almeno utilizzabile per circolare...purtroppo spesso cuore e matematica non vanno molto d'accordo! Poi liberissimo di spendere i soldi preventivati, ovvio... Ciao e grazie per i complimenti sul blog. F.

Anonimo ha detto...

Ciao Francesco, grazie mille della super delucidazione. Penso di lasciar perdere quel mezzo. Anche perchè oggi ho trovato uno del mio paese che vende la sua gl del 64, ha la targa dell epoca, colore originale, qualche piccolo striscio,il motore da mettere a punto ma funzionante su strada, l'ho anche provata. Ha avuto due precedenti proprietari e ha la targa oro FMI. Chiede 2800€. A me sembra veramente un buon prezzo. Che dici?
Grazie infinite
Ciao

Cristian

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Se è un vero conservato e non è il solito riverniciato da tanti anni che assomiglia ad un conservato, 2800 € è un ottimo prezzo...anzi, sembra pure bassino, considerato che ha l'FMI. Bisogna solo vedere quando l'ha presa la targa oro, una volta passavano qualsiasi cosa.

Ciao F.

Anonimo ha detto...

Buonasera,
Ho una vespa 125 del 1953, (tipo quella di vacanze romane) ma non troviamo il numero del motore, dove si trova?
Grazie a chi risponderà.
Maria Viola :)

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Il seriale del motore è sul puntone inferiore del motore, dove c'e' il prigioniero corto che si fissa sul braccio motore col dado da 9 mm. Se non c'e' niente nemmeno lì si tratta di un carter vergine sostituito a suo tempo per manutenzione ma mai omologato tramite Motorizzazione, cosa che bisognerà fare nel caso se il mezzo come prevedibile è radiato d'ufficio.

Ciao F.

Anonimo ha detto...

Grazie mille!
Maria Viola :)

Anonimo ha detto...

Gentile esperto,
abbiamo trovato il numero del motore della Vespa proprio dove lei me lo aveva indicato, la sigla è VN2M0121213, le chiedo: le ultime cifre che ho scritto corrispondono anche al numero di telaio o sono due cose a parte? Perché, purtroppo, i numeri del telaio sono usurati dalla ruggine e non le riusciamo a trovare. Mi saprebbe dire anche a quale anno corrisponde questo modello? 1953 come pensiamo noi?

Grazie infinite.
Maria Viola.

Largo Ciospe Francesco ha detto...

No, questo si tratta di un motore di un modello del 1956, la 125 VN2 appunto. Potreste avere un telaio di una VM1 del 1953 (la "Vacanze Romane" è la V33T '52 di colore verde metallizzato) e il motore di una '56 oppure è proprio una VN2 in tutto e per tutto. La VN2 si riconosce perchè ha solo 2 file di stecche sulla pedana, la VM1 ne ha 3 e il rubinetto della benzina nella VN2 è interno (non c'e' il buco dell'asta sul telaio)...

Anonimo ha detto...

Ancora grazie mille!!!
Maria Viola :)

Stefano R ha detto...

buongiorno, dovrei andare a visionare questa ET3 del 1980 restaurata: ci sono foto del restauro e sembra bella, ho anche copia del libretto ed i numeri telaio conincidono.

http://www.subito.it/moto-e-scooter/piaggio-vespa-125-primavera-1980-pistoia-133881900.htm

Che ne dice?
Grazie mille, saluti

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Sono due foto di numero e prese anche abbastanza da lontano...vista così sembra un bel restauro, però più di così non mi posso esprimere...

Emanuele Boccanelli ha detto...

Ciao Francesco, tra qualche giorno andrò a vedere un TS 125 da un conoscente. Mi ha detto che è ferma da 4 anni in un garage (bolli pagati??? Non credo!) che necessita di un restauro ma che non c'è ruggine (dice!). Vuole 1300 euro. Non sembra capirne molto in realtà perché mi ha detto che gli sembra sia del 72 (!!!) e che è quella di "caro diario" (non è uno sprint veloce quella di Moretti). Non ho nessuna altra info e sicuramente la tua lista di consigli su cosa controllare l'avrò ben memorizzata per l'incontro, però quello che non trovo neanche su altri siti è un commento chiaro sul valore di un TS. È da considerarsi raro per via dei pochi anni di produzione? In caso sia radiata d'ufficio per via dei bolli, quali sono i costi per circolare nuovamente? Ne varrebbe la pena? Insomma su questo modello hai ulteriori consigli? Magari ti manderò le foto! Grazie in anticipo

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Ciao, se è ferma da solo 4 anni, di sicuro avrà dei bolli non pagati ma non è sicuramente radiata d'ufficio. Se è del 1972 non può essere una TS perchè la TS l'hanno fatta solo dal 1975 al 1977, quindi se è di quell'anno o è una GTR o una SPV. Per una TS si parte mediamente dai 2500 € in su, fino a 5-6mila € per esemplari ben restaurati. Una Vespa prodotta anche per soli due anni così recente non è certo "rara"...ce ne sono meno ma non così poche e quindi è mediamente ricercata (tutti oggi preferiscono la Rally 200, piuttosto che questa definita "Rally dei sedicenni"). I bolli, se non è radiata come penso e non ci sono notifiche di pagamento...gli ignori e ricominci da adesso. Per 1300 € con documenti in regola anche da restaurare, anche se fosse una GTR o una SPV è praticamente regalata...va presa si ;-) Ciao F.
Se hai delle foto, puoi mandarle all'indirizzo del blog. Ciao F.

Roberto ha detto...

Buongiorno Francesco
ho letto il tuo articolo e ti ringrazio per le astuzie che condividi.
Vivo in Francia e qui la vespa mania è abbastanza viva...ma il mercato è molto particolare tra le varie acma e motovespe spagnole. Trovare un mezzo pulito è raro e costoso.
Sto concludendo l'acquisto di un PX125E del 1982 con Mix e 14000 km riverniciato, ti incollo il link per avere un parere del mezzo.
grazie mille e bravo ancora per l articolo:
http://www.leboncoin.fr/motos/880683539.htm?ca=21_s

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Che dire, vista dalla foto a parte la piccola bottarella sul parafango sembra davvero un bel modello di PX125E con il mix, che sui PX prima serie si trova solo sulle 125 estere. Anche la riverniciatura sembra ben fatta, ma andrebbe vista da vicino, non sembra però una cosa fatta "alla buona" a veicolo montato...bisognerebbe provare il motore, però scrive "pronta alla circolazione"...certo strano che una Vespa di dichiarati solo 14mila km sia già stata riverniciata...si spera quindi che non sia stata riverniciata a causa di un incidente...o che i km non siano 114mila ;-) Cmq Il prezzo mi sembra congruo, considerando che in Italia solo di verniciatura 1000 € te li prendono tutto e penso che in Francia i prezzi non siano certo inferiore...!

Ciao F.

Anonimo ha detto...

Se è del 1999 e ha il freno a disco anteriore è un 200PX Disco

Anonimo ha detto...

Ciao ho acquistato da pochi giorni una Vespa p125x del 09/08/1978 prima serie senza frecce uniproprietario con targa e documenti originali ha addirittura tutti i bolli da quando l'ha acquistata di colore rosso ho controllato e non e riverniciata anche se leggendo in rete mi risulta che in quell'anno rossa non veniva prodotta.
Il problema e che sia lo scudo che le pedane hanno segni di rugine passante.
Tu cosa mi consigli di fare? Io avevo intenzione di cambiare l'intero pezzo ma in rete l'ho trovato solo con alloggiamento per le frecce. Sapresti dove potri reperirlo come l'originale?
Anche perche questa vespa vorrei tenerla per collezione sia perche con targa della mia provincia sia perche di operaio Piaggio che l'ha usata per tutta la sua vita fin che ha potuto insomma perche per me e un vero pezzo di storia.

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Ciao, nel 1978 la Vespa PX senza frecce si produceva anche rossa. tant'e' che compare anche sulle brochure dell'epoca, anche se lì viene preso un modello con le frecce (che erano cmq un optional). Non credo proprio esista uno scudo liscio senza fori per le frecce, sono troppo poche perchè qualcuno li metta in commercio così...quindi l'unica soluzione sarà quella di prenderne uno con le feritoie e poi le farai chiudere ad un esperto carrozzaio, anche se secondo me se la ruggine non ha proprio devastato tutto, puoi farti chiudere i buchi della ruggine con delle pezze saldate e smerigliate, anche perchè gli scudi integrali che si producono oggi sono di origine indiana e non sono nemmeno lontanamente parenti a spessore e finitura di quelli originali Piaggio. Auguri per la tua "senza freccie"!

ALFREDO PARISI ha detto...

Ciao Francesco
ho da poco acquistato una vespa VNB6 del 1965, completamente restaurata in ogni piccolo particolare, mai radiata, con documenti e targa originali, collaudata e targa oro ASI. Mi chiedo quale potrebbe essere un prezzo giusto di acquisto.
Grazie, Alfredo

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Salve, ma se l'ha già comprata...quello che ha pagato ha pagato, no? ;-)

Lo scrutatore non votante ha detto...

Salve Francesco.

Potrei avere una tua mail privata dove farti qualche domanda per il mio primo acquisto di Vespa?
Sto vedendo in rete vari annunci tra nuove e usate e non vorrei beccarmi una sola!
Grazie in anticipo!

La mia mail è david_dam@hotmail.it

jack ha detto...

Ciao Francesco, anzitutto volevo complimentarmi per la chiarezza e la cortesia nelle tue risposte.
Sono di Brescia, ho 34 anni e alto 182cm, vorrei ricomprare una vespa, dopo aver usato in gioventù una 50L di mio papà; il cuore mi singe per una primavera/ET3 ma probabilmente è troppo piccola per me e poco adatta ad affrontare lunghi giri, magari in due. Che ne pensi?
In alternativa, ho trovato una GTR 125 verdone revisionata e asi a 3500€, la vedo più comoda, forse meno agile e pratica e un pò fiacca di motore. dici che il prezzo ci può stare?
http://www.subito.it/moto-e-scooter/piaggio-vespa-125-gts-anni-70-bergamo-163649462.htm?last=1

Ciao e grazie mille

Largo Ciospe Francesco ha detto...

In effetti l'ET3 per i giri molto lunghi in due non è proprio la più ideale, non c'e' molto spazio ne sulla sella ne sulla pedana sui piedi e sicuramente essere così alti non migliora le cose. Poi è soggettivo, un mio amico alto come me ci ha girato tutta l'estate sino in Francia con la sua ragazza non troppo piccola nemmeno lei e sono tornati apparentemente sani e salvi entrambi. Ho guardato la Vespa che mi proponi e intanto diciamo subito che questo è un colore della TS e non della GT. Poi se si tratta della GT (e non della GTR) dovrebbe avere il manubrio a faro trapeziodale, non questo a faro tondo. In più non vedo i fregi laterali u pance e parafango che dovrebbe avere la GT. Poi vedo uno strano bordoscudo nero forse in plastica, nero invece che in alluminio. Conclusioni...mi sembra un pò un patchwork. Sembra più una TS senza bauletto retroscudo e con la scritta "Vespa GT" davanti, oppure è una GT "Tiessizzata" ma senza il bauletto...mah!!! Non mi sembra un gran esemplare...ciao F.

Fabri ha detto...

Ciao bel blog, sono nuovo nel mondo vespa e sono indeciso tra questi 2 modelli tu quale mi consigli? Sn 192cm 95kg
http://m.subito.it/vim/148970034.htm
http://m.subito.it/vim/162291991.htm?&gallery=1&first=1&last=1
Pensavo all'et3 ma non so se li vale 4300

Largo Ciospe Francesco ha detto...

La prima è incommentabile, con quei soldi ci compri un PX200 ben messo...che significa se è un conservato? Si molto bella ma è un comunissimo PX125 con le freccie, ma nemmeno per idea...max 1500-1800 € ed è già tanto.
L'ET3 invece è molto bella, sembra riverniciata, il colore è abbastanza raro, praticamente il celeste metallizzato del PX. Io però direi che il prezzo giusto sia max 3500 €.
Però siccome sei alto 1,92 meglio andare su una large, perchè altrimenti sull'ET3 non avresti molto spazio per le gambe, soprattutto i ginocchi...è una Vespa perfetta per chi è alto max 1,70 mt...
Ciao F.

Fabri ha detto...

Grazie non l'ho ancora comprata, sai dirmi se questa conviene?
http://m.subito.it/vim/170918810.htm

sasso regna ha detto...

Buongiorno sono interessato a comprare un vespa px 125 su subito.it ho trovato questa offerta http://www.subito.it/vi/171243919.htm il prezzo è accessibile però volevo sapere cosa comportano le modifiche al motore! Sono uno e ottanta per novanta chili ti ringrazio in anticipo

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Annuncio cancellato, sorry! ;-) Ciao F.

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Da vedere sembra un Vnb 1 o 2. Difficile giudicare solo da alcune foto, sembra un buon restauro e il prezzo corretto.

Fabri ha detto...

Grazie mille

Anonimo ha detto...

Buonasera blog, mi hanno proposto una PX200E restaurata ma la targhetta col modello è applicata sulla pancia dx anziché sulla sx: errore di chi l'ha verniciata o patchwork? La versione E della PX vale meno di quella con sola accensione a pedivella giusto?

salvatore esposito ha detto...

Ciao chiedo un consiglio e ti ringrazio anticipatamente della gentilezza se volessi rispondermi. Vorrei acquistare un p125x anno 1981, a dire del venditore del tipo conservato, con documenti e privo di gravami o altro. L'ho visionato insieme a un mio amico carrozziere e ha notato che vicino ai bordi dello scudo, proprio sotto il manubrio, vi sono Delle sbavature di vernice. A dire del mio amico la vespa in quel punto è stata riverniciata, mentre il resto in effetti ha ancora il colore originale. Mentre a dire del venditore in quegli anni poteva accadere che la Piaggio potesse far uscire dalla fabbrica delle moto con questi piccoli difetti di verniciatura. Il venditore chiede 1600 euro. La vespa è marciante, unico difetto al motore è che scappa la seconda marcia. Secondo la tua esperienza vale la pena l'acquisto?

Largo Ciospe Francesco ha detto...

E'chiaramente un errore (voluto o meno) di chi ha fatto il restauro. Basta rimetterla sulla pancia sinistra e chiudere i buchi sulla destra e tutto torna normale.

Ciao F.

gian rossi ha detto...

ho preso una primavera 125 del 1973 con 5500 km, conservata e quasi perfetta, ha qualche graffietto. era di una signora che la avuta da sua madre, defunta. è ancora intestata alla defunta. io ho preso targa e libretto, perchè la porterò in germania per evitare la burocrazia italiana. la venditrice farà la perdita di possesso. ma se invece la volessi tenere italiana, cosa devo fare? doppio passaggio? penso nella denuncia di successione risulti anche questa vespa.

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Ciao, si se la mantieni con targa e documenti italiani dovrai fare il doppio passaggio, attenzione però che se i figli eredi sono più di uno, devono essere tutti d'accordo altrimenti non si potrà fare nulla. Se sono tutti d'accordo, puoi anche fare il passaggio con art.2688 come "Proprietario non intestatario" e salti un passaggio. Il rischio però è che se poi anche uno solo cambia idea, con questo sistema sarai costretto a rendergli la Vespa. Ma poi hai già fatto la visura? Sei sicuro che non sia radiata d'ufficio?

Ciao F.

Anonimo ha detto...

buonasera avrei un problema tecnico, allora ho una vespa pk50s del 1983 quando lo comprata usata ho controllato i numeri di telaio e di serie telaio v5x2t e fino li combacia tutto con il libretto quello originale (verde) ma pochi giorni fa mentre pulivo il motore ho visto dei numeri di serie sotto attacco ammortizzatore posteriore che non combaciano con i numeri da libretto che ho (v5x1m), avrei dei problemi se le fdo mi fermano x controllo o ha una importanza relativa?? saluto e grazie.

gian rossi ha detto...

la signora che me la ha venduta è unica erede. guarderò se è radiata. grazie!

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Ciao Anonimo del PK. Il motore ha sempre una sigla diversa rispetto al telaio (finale M invece che T). Non importa che i numeri corrispondano, sul libretto non compaiono e in revisione conta solo quello del telaio. Quindi se è comunque come immagino un 50 cc. regolare, non rischi niente.

Ciao F.

Anonimo ha detto...

Ciao e complimenti.
Vorrei sapere da un appassionato come lei cosa pensa della 150px attualmente in vendita dalla Vespa.
Con gli stessi soldi si trova una px200 magari di fine millennio, affidabile e adatta a un principiante vespista?

David

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Ciao il PX2011 è sicuramente un'ottimo mezzo, la Piaggio ha fatto un notevole sforzo per ritornare con la Vespa classica su standard che si erano un pò persi su questo modello dal 2000 in poi, quando anche se non dichiaratamente molta componentistica e i telai erano prodotti in india per ridurre i costi industriali. Quindi ora telaio ben rifinito e saldature fatte a regola d'arte, carter motori realizzati con nuovi stampi precisi e senza alcuna sbavatura, componentistica made in Italy. Purtroppo il punto debole del nuovo PX è proprio questo: per non utilizzare componenti e manodopera "globalizzata" poi il prezzo finale equivale a quello di uno scooter di cilindrata ben maggiore con tecnica e prestazioni ben diverse...e con 4000 € compri un PX200 del 1998 restaurato/conservato e ti viene anche del resto! Attenzione però che dal 1994 in poi, la Piaggio nel tentativo di limitare consumi e inquinamenti, ha depotenziato il motore da 12 a 10 CV.

Ciao F.

Samuele Trinchera ha detto...

Ciao a tutti siccome sto cercando di comprare una vespa125px anno 79 avrei da chiedere un consiglio da voi esperti, sono molto incerto in riguardo il fatto che la vespa che voglio comprare oltre che ha la ruota posteriore un bel po inclinata a destra non ha neanche un collaudo da ben 30 anni con là premessa che vuole 1750€. Sono un po dubbioso cosa mi consigliate

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Ciao, forse vuoi dire inclinata verso sinistra (vista da dietro, nella parte della gomma che tocca a terra) che per un angolo di 5-10° va bene, è l'inclinazione che serve per contrastare il fatto che il motore è a sbalzo e procedere dritti senza ondeggiamenti. Se è molto più inclinata significa che i silent-block del braccio portamotore sono andati e vanno sostituiti. Senza vedere lo stato della Vespa, non posso dirti se 1750 € è un prezzo coerente o meno...il fatto che non abbia mai fatto il collaudo è relativo.

Ciao F.

MANU! ha detto...

Ciao a tutti !
Essendo quest'anno studente lavoratore volevo comprarmi la vespa . Purtroppo non me ne intende per niente! ho letto l'articolo che è molto ben fatto ma mi sono trovato un po sorpassato al livello technico, ma seguendo le vostre informazione ho trovato questo modello e volevo avere il vostro parere !
Vi ringrazio !
(scusatemi per il mio italiano (sono francese!))

http://www.subito.it/moto-e-scooter/vespa-px-125-lml-star-2013-torino-175803241.htm

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Ciao Manu, sinceramente non so cosa consigliarti...qui tratto solo Vespa (o anche cloni come la LML) ma solo se dotati del classico motore 2T! Per un giudizio sulla 4T automatica ti rimando al forum delle LML: http://lmlstar.forumfree.it/

Ciao F.

Marco ha detto...

Ciao, che ne pensi di questa 125 PC del 1997 a 1400 euro ? Vado a vederla in questi giorni, non sono esperto, il prezzo sembra onesto? Qualche consiglio? Grazie https://www.leboncoin.fr/motos/1031677162.htm?ca=13_s

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Molto bella, peccato solo che del 1997 sia ancora una di quelle a tamburo ma direi che 1400 € è un prezzo giusto per un PX così messo...poi resta sempre l'incognita di come è messo realmente il motore, ma questo lo puoi provare solo di persona...

Ciao F.

Annalisa Mariantoni ha detto...

Ciao,vorrei sapere cosa pensi di questa vespa che ho intenzione di acquistare,il motore dovrebbe essere modificato perche' arriva a 70 circa, e quale prezzo sarebbe giusto?http://www.kijiji.it/annunci/moto-e-scooter/rieti-annunci-rieti/piaggio-vespa-50-special-4-marcie-anno-1976/104113783

Cheope79 ha detto...

Ciao Francesco, complimenti per il forum e per le esaurienti risposte. Mi permetto di disturbarti per avere le seguenti informazioni: quanto vale una rally 200 restaurata con targa e libretto originali radiata d'ufficio? Ed una Gs 150 Vs5 con targa originale, libretto rifatto, iscritta fmi e completamente restaurata? Tra le due a tuo avviso quale mantiene maggiormente il proprio valore? Ringrazio anticipatamente per la tua attenzione.
Ciao
Alessandro

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Non è perfetta, bisognerebbe esaminarla da vicino. Ma credo che il prezzo richiesto sia quello quasi giusto, io toglierei 50 € per il bordoscudo da comprare e mettere perchè mancante.

Ciao F.

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Dare una valutazione su una semplice descrizione di un paio di righe senza foto e senza cifra richiesta per confronto è inutile. Di Rally 200 ne hanno fatte di diverse serie e bisogna vedere se ha i pezzi tutti originali o no, inutile dire "da - a" non serve a molto anche perchè poi sulle Vespa è tutto soggettivo, io potrei dire 10 e il proprietario se non scende sotto 20 piuttosto se la tiene? Di sicuro per la Rally dovrai spendere sui 400 € per riportarla in strada, la GS no. Come valore siamo abbastanza vicini e il valore si mantiene per entrambe, di sicuro se uno pensa di usarla spesso meglio, molto meglio la Rally. Il GS è più mezzo per raduni e piccole escursioni.

Ciao F.

Alessandro Rottoli ha detto...

Buongiorno,
La ringrazio per la tempestiva risposta. Avrei un altro paio di domande da farLe:
-il valore della gs 150 Vs5 è di molto inferiore alla vs3? Pari condizioni di moto
-il libretto rifatto fa perdere di valore alla moto? Mantenendo la targa originale.
Le offerte che dispongo sono Vespa Rally 200 restaurata da reimmatricolare radiata d'ufficio 5000 euro, Gs 150 Vs5 restaurata 6500 euro.
I tragitti che coprirò saranno di pochi km.
grazie
buona giornata

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Non sempre posso essere così tempestivo ;-)
- Da una VS5 a una VS3 ci possono essere 1000-1500 € in meno di valore...quelle che valgono davvero molto sono le VS 1 e 2.
- Il libretto rifatto non fa perdere nessun valore al mezzo, anche se sarebbe sempre meglio tenersi, annullato, anche quello vecchio. Per valore storico. Ben diverso il discorso sulla targa. Un mezzo d'epoca con targa EU nuova perde sensibilmente di valore.
- Continuo a preferire la Rally, prezzo + reimmatricolazione viene sempre meno che la GS. Le GS poi hanno motori alquanto scorbutici, tendenzialmente scostanti, bisognosi di continue attenzioni soprattutto nel reparto accensione a batteria e carburazione. Le Rally 200 al contrario sono affidabilissime, l'unico punto debole sono le centraline FEMSA che possono lasciarti a piedi, ma la CEAB vende una sostituzione valida...anche se non conforme all'originale, purtroppo.

Ciao F.

Alessandro Rottoli ha detto...

Grazie Francesco per la gentile risposta! Resta un bel dilemma da risolvere x il cuore...... ti farò sapere..... Per le due quotazioni, anche se non hai giustamente elementi per giudicare,potrebbero essere in linea con il mercato?
grazie
ciao
Alessandro

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Direi che per entrambe, se non nascondono stucco sotto la vernice o altre magagne nascoste, sono richieste in linea col mercato.

Ciao F.

Unknown ha detto...

Ciao.ho iniziato il restauro di una vespa 125 del1962 vnb3, possiedo documento e targa ma purtroppo il n di telaio e tutto eroso dalla ruggine, si intravede solo nella parte interna dove ha tenuto di più il fondo,come posso fare per essere in regola? B.B. La vespa non è stata acquistata, quindi sono sicuro che e' in regola, ma c e' un modo lecito X riscriverlo? Ti ringrazio Marco

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Hai provato a cercare di eliminare la ruggine, smerigliando con carta abrasiva molto fine cercando di riuscire a vedere la sigla almeno in parte? Se riesci, basta che vai in motorizzazione chiedendo la ribattitura del telaio, alla meno peggio se proprio non riesce a saltare fuori nulla, vai in motorizzazione con documenti e targa, esponi il problema quasi sicuramente ti faranno una nuova sigla del telaio in un altro punto della Vespa aggiornando il libretto...

Ciao F.

rocco sinibaldi ha detto...

Ciao io avevo intenzione di comprelare un pk 125 s, essendo uno dei modelli che meno piacevano al pubblico e che non hanno fatto storia volevo sapere di quanto tirare il prezzo partendo da una richiesta di un privato di 1600€, grazie R.

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Infatti quelli che vendono queste Vespa che nessuno vuole fanno un confronto che non sta in piedi: siccome l'ET3 la vendono a 3500-4500-6000 € (che poi sono le richieste, non il vero valore intrinseco) io ti faccio "un regalo" a darti questa PK125S (poi da vedere come è messa!) che non se la fila nessuno a 1600 €. Quindi proprio così gli devi dire: per l'ET3 possono tranquillamente chiedere cifre folli perchè sono molto ricercate, ma la PK non la vuole nessuno quindi pensare di farmi un favore valutando il tuo PK il 50% del valore minimo dell'altra Vespa veramente di valore, non esiste! Se va bene gli puoi dare 1000 € solo se ben conservata, cifra più che congrua per questo modello. Altrimenti lascia perdere perchè ci rimetti e basta, un domani se ti viene voglia di rivenderla, nessuno ti darà mai la cifra che hai speso. Ciao F.

rocco sinibaldi ha detto...

Eh esatto lo penso anche io, in più sto tipo non mi risponde neanche più senza neanche aver parlato di soldi.. boh.. comunque si sta gente che vende è pazza non so come si sia creata sta bolla di prezzi per le vespe

Largo Ciospe Francesco ha detto...

L'hanno creata tutti quelli che solo qualche anno prima la Vespa non l'avrebbero presa nemmeno dietro pagamento e dopo invece l'hanno fatto diventare un assurdo oggetto di culto come se non ce ne fossero mai state prima, le solite esagerazioni italiche: parte una moda e tutto diventa indispensabile da comprare ad ogni prezzo. Di Vespa ne hanno fatte solo 17 milioni di esemplari.

Vincenzo Piscopo ha detto...

Buonasera Francesco,sono un ragazzo di Napoli,nell'ultimo periodo mi sto interessando all'acquisto di una vespa px 150.
Domattina andrò a visionare una vespa px150 del 1980,il venditore m'ha detto ke la vespa è stata modificata e restaurata qualche anno fa,facendo montare sia il miscelatore ke l'accensione elettronica...poi m'ha detto anche che la vespa fu radiata e seguentemente reimmatricolata!!!
Ultima notizia mi dice che è anche iscritta regolarmente al registro storico!!!
Per lei è tutto normale?!? Mi può dare qualche dritta,consiglio per evitare spiacevoli episodi e anche per controllare qualcosa dal libretto o altro?!?
Non vorrei poi avere problemi con carabinieri,polizia e tutta la parte burocratica.
La ringrazio anticipatamente

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Ciao nel 1980 il modello 150 del PX aveva solo il motore a puntine e la sigla era appunto P150X e non PX150E come hanno avuto le altre Vespa PX dopo il 1982. Potrebbe essere che questa persona è venuta in possesso di un PX per il mercato estero, Vespa che avevano tutte il miscelatore ma l'accensione dovrebbe essere ancora a puntine...anche se trasformare un motore PX a puntine in uno ad accensione elettronica è abbastanza semplice. Devi controllare il numero di serie del motore, ma credo che molto più facilmente è successo che a questa Vespa hanno montato su un motore molto più recente da Vespa PX Arcobaleno, ripeto...controlla il numero di serie del motore. Se è così, resta un mistero di come abbia potuto passare l'esame FMI se non che lo abbiano fatto molto (eufemismo) superficialmente, come nel passato erano soliti fare...ora molto meno, per fortuna! Fammi sapere, ciao F.

gennaro martino ha detto...

Ciao Francesco, ho ritrovato in un garage una vespa special 50 del 1980, la vespa presenta le due pance saldate al telaio con più punti di saldatura. Mi sapresti dare delucidazioni in ordine a questa pratica?
Grazie

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Ciao, mai sentita una cosa del genere...forse una Vespa "tagliatella" (una di quelle da corsa priva di pance e scudo) rigenerata malamente per la vendita? ;-)

Ciao F.

gennaro martino ha detto...

Come posso inviarti una foto per un parere in merito?
Grazie mille

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Mandale a largociospe@gmail.com

Anonimo ha detto...

Ciao Francesco posso chiamarti telefonicamente per un consiglio.... Vorrei acquistare una vespa piaggio px 125 del 1998... Grazie

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Certo, chiamami al 338/8173233

Nico Ciprian ha detto...

Ciao francesco,ho letto i tuoi post,sono bellissimi e utilissimi,scusa ma non saprei proprio dove scrivere non capisco una mazza di sti pc.Mi serve un tuo consiglio,x me la vespa e' un mondo nuovo,ho moto d'epoca ma non vespe,mi sono innamorato di una gs 160 e di una gs 150,voglio compralrla ma non saprei proprio quale sceglere,tieni conto che sono alto 1,90 mt e su la 150 ho paura di essere ridicolo,tieni conto che io le uso frequentemente e ci faccio anche dei viaggetti.Ti prego dammi tu un consiglio e scusami ancora x il tempo che ti faccio perdere.

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Ciao grazie per il tuo commento sui miei lavori. Che dire, la Vespa ha la particolarità di avere in tutti i suoi modelli, praticamente gli stessi rapporti "aurei" identici. Quindi tralasciando le small che hanno un identico rapporto ma ovviamente un pò più piccolo, tutte le large più o meno hanno tutte la stessa abitabilità, quindi se prendi una farobasso o un PX, alla fine lo spazio tra gambe, corpo e braccia e praticamente sempre lo stesso. Penso che la Vespa sia stata calcolata calzante al 100% su persone medie dell'epoca in cui è stata progettata, quindi alte 1,70 mt...il resto è adattamento ;-) Ma io non prenderei questo come problema, i modelli che hai segnalato tu sono sicuramente tra i più belli e sportivi come indole, ma sicuramente i meno indicati per chi vuole cominciare ad entrare nel Mondo Vespa perchè meccanicamente sono quelli più rognosi...più problematici a carburazione, accensione e sistema di aspirazione al cilindro comandata com'è dal pistone stesso. Quindi se non trovi un esemplare perfetto su queste tre cose, i problemi fioccano. Ti consiglio quindi per evitare di farti passare la voglia di Vespa, di orizzontarti subito su modelli un pò più recenti, tipo la GT-GTR-Sprint-Sprint Veloce, TS o Rally 180/200 (anche perchè a impegno economico ci rientri, viste le richieste economiche medie per le due GS) oppure prima partire proprio con un moderno PX. Se POI la "malattia" ti dovesse fare soccombere e vorrai acquistare anche una di queste, meglio perchè potresti girarci il giusto, visto che parliamo sempre di Vespa "sportive" e avere invece il mezzo "per tutti i giorni" sempre disponibile.

Ciao F.

Francesco ha detto...

Buongiorno Francesco, complimenti per le informazioni e i consigli utilissimi che rilascia, approffitto anch'io per chiederne qualcuno. Vorrei acquistare un px 150, in verità ne ho già visionato uno (rilascio il link http://m.subito.it/moto-e-scooter/piaggio-vespa-150-px-1980-napoli-198525211.htm ), volevo sapere un suo parere riguardo il prezzo. Il colore non è originale, ma è già iscritto asi, anche se non ho verificato il num. Telaio dal libretto come lei preannunciava nei post precedenti, e a parer mio, avevo avuto in passato un px 125 anno 97, il motore a parte del suo rumore classico sembra ne faccia uno leggermente più accentuato, che detta dal venditore (un privato che le acquista, le mette a nuovo per passione e o le rivende o le tiene per se) è normale per quanto riguarda questo mezzo del 1980. Poi avendolo provato 1ma 2nda 3/4 sembra vada una meraviglia . Attendo un suo consiglio, nel frattempo la ringrazio e buona giornata

Vincenzo ha detto...

Ciao, innanzitutto complimenti x l'articolo.
Io è da tempo che cerco una vespa x andare a lavorare tutti i giorni, comoda x autostrada (piccoli tratti e generalmente con molto traffico al mattino) e x la città. Qualcosa che serva anche x andare a passeggio con mia moglie la domenica.
Ho trovato questa (link sotto). Mi sembra un buon prezzo, però forse troppo buono. Domani la vado a vedere, cosa mi consigli sul prezzo e su cosa controllare?


vespa 200 px
http://p.wallapop.com/i/142936384?_pid=wi&_uid=33988401&_me=s_android

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Ma abiti in Spagna? Questa Vespa sta nella provincia di Barcellona...se si, il prezzo per la Spagna per un PX200 a disco fatto tra l'altro quando la vendita in Italia era cessata è assolutamente normale e sembra anche abbastanza messa bene.

Ciao F.

Vincenzo ha detto...

Si vivo a bcn. Ieri l'ho vista e mi è piaciuta molto. Solo un problema evidente di olio nella parte bassa del carter. Ho letto che può essere x il miscelatore, pero era talmente sporca che non si riusciva a capire.consigli?

Grazie e ciao!

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Se la perdita è all'altezza della spia del miscelatore, può essere la stessa spia che si è crepata, purtroppo quelle fatte dopo gli anni '90 soffrono tutte di una costruzione plastica che non regge gli anni e le vibrazioni e si crepano. Quindi andrà sostituita, ma il problema se si compra una spia nuova, prima o poi si ripresenterà. Bisognerebbe trovare una spia antecedente a questo periodo che sono praticamente indistruttibili.

Ciao F.

lunderperzo ha detto...

Ciao, ho una domandina: sto cercando una bella vespa e credo d'aver capito che per fare qualche viaggetto magari a volte anche in due un 150 potrebbe andare bene, sto guardando perciò questo p150x e non è facile da trovare oppure chiedono sui 2500 anche di più. Ma può valerne la pena? ad esempio questo http://www.subito.it/moto-e-scooter/piaggio-vespa-p-150x-del-79-prima-serie-conservata-firenze-173266712.htm

Mi piacerebbe tanto. Qualche consiglio su dove cercare, a chi rivolgersi? io per ora guardo su subito.it non saprei cosa altro guardare. grazie!!

Mattia

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Ciao, questo PX bello è bello e sembra proprio un bel conservato, tra l'altro il P150X ha un gran motore con prestazioni molto vicine al 200 elettronico. Detto questo, se sei convinto direi che è una Vespa interessante però con questi prezzi solo pochi anni fa ti ci compravi un P200E messo circa uguale. Deve essere la crisi che sta davvero facendo dare i numeri alla gente, 2500 € forse poteva valerli se era una senza frecce blu china, mica questa...sul web ormai i posti sono pochi, subito.it, kijiji.it, bakeka.it e poco altro...anche su Ebay.de dove sino a pochi anni fa si portava a casa un 125 prima serie per massimo 1000 € vedo che sono impazziti e non c'è nessun motivo, per una Vespa che hanno fatto in quasi 3 milioni di esemplari. Penso che la via più sicura per l'affare sia il passaparola, sperando che poi non trovi il solito furbo a caccia di soldi. Ciao F.

Anonimo ha detto...

Salve ho appena iniziato dei lavori d restauro sulla mia px125, avendo però i carter andati il restauratore mi ha consigliato di acquistare un motore completo e con 250 euro l'ho fatto.adesso lui mi dice che il motore è perfetto e quindi di nn aprirlo e fare una manutenzione ordinaria,ma la mia paura è che nn una volta montato mi dia qualche problema che potrei risolvere più tranquillamente ora,come per esempio se saltassero le marce.che mi consigli di fare??.

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Ciao, montare un motore usato è sempre azzardato, perchè se non sai da che Vespa viene non saprai mai esattamente prima il grado di usura che ha il motore (e non mi dici di che anno è)...quindi se adesso ce l'hai già su, ti consiglio di lasciarlo li e di girarci...poi se capiterà di dover sostituire la crocera o se ti cede il paraolio lato frizione allora potrai pensare a fare una manutenzione completa con sostituzione di cuscinetti e paraoli e quant'altro. Non capisco l'atteggiamento del tuo restauratore, in fondo era anche un suo tornaconto fare una revisione completa al motore...Ciao F.

Anonimo ha detto...

Salve Francesco,complimenti per il blog e per il tempo che dedichi ai visitatori! Anch'io come gli altri avrei necessità di un tuo consiglio.. Vorrei regalare al mio compagno una vespa px 125 arcobaleno,ho trovato 2 annunci che mi sembrano interessanti ma non ci capisco nulla e ti chiedo aiuto.. La prima è del 1984 dicono in buone condizioni,bianca,marciante,documenti e targa originali 25000 chilometri richiesta 1900 €
La seconda è del 1993 completamente restaurata sia di carrozzeria che di motore,bianca,documenti e targa originali,3000 chilometri stessa richiesta
Devo andare a vederle però ti chiedo come ti sembra il prezzo e soprattutto quale eventualmente scegliere..meglio la "vecchietta" o la "perfetta"? Poi se non ti disturbo ti invierò le foto. Grazie Francesca

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Ciao, grazie per i complimenti. Le due Arcobaleno costruttivamente e qualitativamente sono identiche, certo strano che una Arco con solo 3000 Km sia stata già restaurata, attenzione che non sia stata gravemente incidentata per questo, converrebbe che tu chiedessi prima se hanno foto del restauro. Detto questo, non specifichi se quella del 1984 ha o no il miscelatore, comunque quella del 1993 ha sicuramente sia miscelatore che accensione elettrica, quindi a parità di prezzo sperando non sia stata incidentata, propenderei più per questa che l'altra! E puoi lo stesso assicurarla d'epoca in quanto più vecchia di 20 anni come richiedono le compagnie assicurative che emettono polizze d'epoca. Ciao F.

Unknown ha detto...

Ciao e complimenti per il blog e gli articoli.
Da qualche tempo sono alla ricerca di una vespa stile anni 50 o 60. Il modello che più sogno è la vespa vm del 53. Volevo chiedere se qualcuno conosce un privato o commerciante che la vende... sarei interessato a una vespa originale anche con pezzi mancanti in modo da restaurare. Un mio amico alcuni anni fa ha trovato la vm del 53 a 300 euro e poi il restauro le è costato 3500 ...la vespa è registrata come epoca. Ho visto qualche modello su internet ma cercano dalle 6000 euro in su se sono restaurate... da restaurare non riesco a trovare nulla...please help me 😉👋
Sebastiano

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Purtroppo non conosco nessuno che venda una Vespa del genere anche mancante di pezzi (e guarda che non è un vantaggio, poi i singoli pezzi ti costano più della Vespa intera...). Bella fortuna ha avuto il tuo amico e il prezzo del restauro successivo è coerente con i prezzi e l'impegno che ci vuole per fare tutto bene. Ma normalmente SE si trova qualcosa di restaurabile, i prezzi di mercato standard non sono mai inferiori a 2500 € almeno anche radiata d'ufficio. Quindi, 6000 € per un restaurato è una cifra assolutamente normale per questi modelli di Vespa...mi spiace, non posso aiutarti più di così se non di dirti d continuare a cercare! Ciao F.

Anonimo ha detto...

Ciao scusa sto restaurando una vespa vn4bt del 63 di mio papa,Non me ne intendo ha un solo sedile non due ed un fanale posteriore che sembra più largo di quello a punta tipo come la vnb6....l asi può fare storie?e possibile che abbia queste diversità dalle foto che vedo su internet?scusa ignoranza e grazie mille

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Ciao, la monosella nelle VNB è quella originale, quindi devi lasciare quella. Medntre il fanale posteriore "più largo" probabilmente deriva da qualche tipo di Vespa successivo e devi sostituirlo, altrimenti l'ASI la tua Vespa non la accetterà come veicolo storico. Deve avere il fanale a punta cromato.

Ciao F.

LELLO ha detto...

BUONASERA VORREI SAPERE COME POSSO RISOLVERE....HO UN PROBLEMA AD UN MOTORE DI UNA VESPA PX 150 ANNO 1981 NON SI VEDONO I NUMERI DI MATRICOLA POTETE AIUTARMI GRAZIE

Mattia Brandalese ha detto...

Buonasera, io possiedo una Px 125 dell´83, purtroppo ferma da diversi anni, quindi come mi è stato detto non più utilizzabile per circolare liberamente in strada a causa delle norme per l´inquinamento.. a questo punto è possibile e conveniente sostituire il motore per essere di nuovo in regola? Grazie mille

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Ciao, se sul braccio del carter non sono presenti sigle significa che quei carter motore sono stati sostituiti con degli altri nuovi non punzonati. Il problema è che se non produci una fattura che provi che sono stati effettivamente sostituiti per guasto (ipotesi più probabile) per questa specifica Vespa non puoi ripunzonarli e di conseguenza fare l'FMI o l'ASI...come al solito chi ha fatto il cambio non si è preoccupato di andare in motorizzazione perchè non gli andava di spendere soldi quando sapeva già che quasi di sicuro nessuno in casi normali andava poi a controllare i numeri...temo che dovrai cambiare i carter un'altra volta con altri più o meno corrispondenti all'anno...

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Sei residente in Lombardia? Credo che l'unico sistema per potere circolare ancora in certe regioni sia fargli passare l'esame FMI o ASI e ottenere il permesso di circolazione come mezzo storico. Per ottenere questo a parte pagare una quota tra i 100 e i 150 € e produrre documentazione, dovrai avere la Vespa in perfetto stato d'uso e conservazione oppure deve essere restaurata, altrimenti non potrai passare l'esame. Non serve a nulla cambiare il motore, il mezzo è nato e resta comunque un Euro 0 anche se gli mettessi sotto un recente motore PX2011 a Euro 3.

Ciao F.

Andrea ha detto...

Ciao Francesco, ho una curiosità da chiederti, abito in belgio e ho acquistato una vespa 50 del 65 con faro tondo, probabile 50r, MA ha il numero di telaio strano è così composto MV-77-xxx ci sono solo 2 lettere e 5 numeri! Come è possibile? Non ho trovato nulla a riguardo.
Grazie per la risposta

Largo Ciospe Francesco ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Largo Ciospe Francesco ha detto...

Ciao, sinceramente questa cosa mi giunge nuova pure a me. Il tipo di seriale mi porta a pensare che potrebbe essere una Vespa 50 assemblata in Francia, come ACMA? Oppure una Motovespa spagnola, ma non mi risulta che facessero delle small 50. A parte questo non saprei davvero come aiutarti...

simo doria ha detto...

Ciao, dovrei acquistare un px 125 del 2006 con 25000 km. Mi sembra tenuto bene. 1500 € si può accettate come prezzo ?

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Se come dici è ben messa, 1500 € è un ottimo prezzo per una Vespa con mix, accensione elettrica e freno a disco e per di più Euro 2 (anche se ormai è una normativa superata). L'unica avvertenza è di controllare bene il mozzo della ruota che non balli poichè in queste Vespa usavano estensivamente parti indiane di qualità sicuramente inferiore, così anche i particolari in plastica, le giunture delle saldature ecc.ecc. sempre per lo stesso motivo.

Ciao F.