AdSense

domenica 22 gennaio 2012

Due pezzi da...180!! Restauro Vespa Rally 180 e (motore) SS 180 - post 9

Prosegue il montaggio della Rally 180, le due piastrine di contatto dell'interruttore di stop (autocostruite) che poi prende posto sul tunnell della Vespa...



Ammortizzatore con blocco di gomma e distanziale



Quindi sono passato all'allestimento del serbatoio, la sistemazione definitiva dell'interno tunnel con il montaggio dello starter col suo cavo (autocostruito anche quello, attorno ad un cavo d'acciaio starter da PX) e il coperchio del fondo



Quindi finalmente tutte le parti flessibili sono disponibili per essere collegati al motore...

martedì 10 gennaio 2012

Due pezzi da...180!! Restauro Vespa Rally 180 e (motore) SS 180 - post 7

E siamo arrivati (quasi) alla fine del montaggio del motore...per primo la ricostruzione dello statore con le bobine originali. I cavi avevano l'isolante in plastica ormai a pezzi e allora ho provveduto a giuntare code di fili colorati per ripristinare le cose. La vite del condensatore e del pattino della camma dell'albero motore era stata sostituita con una volgare vite parker, rovinando di fatto la filettatura. Ho quindi forato a 3,5 mm. e rifilettato a 4 per adattare una vite simile a taglio e testa tonda.


Bisogna dire che in mezzo a tanto genio meccanico, pure la Piaggio ha fatto le sue brave cadute di stile. Il sistema della camma indipendente magari permette com'e' vero di regolare perfettamente le puntine senza doverlo fare attraverso una finestrella angusta però poi montare il volano diventa una faccenda abbastanza laboriosa. Conviene smontare il piattello dal volano e montarlo da solo sull'albero motore, togliendo però anche seeger e quindi rondellona parker e dado flangiato per prendere perfettamente e senza errori la chiavetta di posizionamento. Senza fare quest'ultima operazione è decisamente molto difficile prenderci, soprattutto perchè se provate a stringere il dado flangiato direttamente dal piattelo con così poca parte della chiavetta inserita nella tacca, esso comincerà a trascinarsi dietro l'albero. Una volta montato correttamente il piattello montarci sopra il volano con ventola, facendo attenzione a fare combaciare i fori dei 6 bulloni del 13 e relative rondelle dentate. Meno male che poi questo sistema arzigogolato nelle Vespe con motore 'a cilindro grosso' è stato abbandonato in favore di una classica ventola in fusione unica...

Ed ecco il risultato definitivo...


E'stata poi la volta della scatoletta portacontatti...e la bobina AT esterna. Già testato circuito di scarica con ottimi risultati...anche sulle mie dita!

 Infine, due bulloni nuovi con guarnizione in rame per il carico-scarico dell'olio...


A parte, il carburatore totalmente revisionato e pronto al rimontaggio...

domenica 8 gennaio 2012

Due pezzi da...180!! Restauro Vespa Rally 180 e (motore) SS 180 - post 6

Rimontato il carter destro, non prima di aver sostituito l'ingranaggio della messa in moto che era immancabilmente anch'esso da PX! Insomma, alla fine del motore del 180 Rally preso sul web c'era solo il gruppo termico, l'albero motore (forse) e i carter...quindi si passa al pistone e al gruppo termico...



Ganasce freno (rigorosamente originali) e tamburo...



E infine il selettore marce (da Rally, nemmeno sono stato a controllare l'altro...)


Nel mentre, bagnetto di diluente delle parti principali del carburatore SI 20/20D, selezionando le parti migliori (e più corrette) tra due carburatori forniti...il coperchio migliore del filtro aria sarà da riverniciare...e oggi si prosegue con lo statore, puntine, condensatore...

sabato 7 gennaio 2012

Vespabefana a Castelfranco E. - 06/01/2012

Tradizionale appuntamento a Castelfranco Emilia per il Vespa Befana, organizzato dal VC Castelfranco Emilia a cui appartengo! Non molte le Vespe partecipanti ma bellissima giornata e ottimo vin brulè! Il Vespabefana è stato anche l'occasione per salutare Manuel, Zak e Raffaele in partenza per il Cimento Invernale a Firenze! Ma diciamo che gli è anche andata bene a clima!





giovedì 5 gennaio 2012

Nuova uscita in edicola - Motociclismo racconta il mito Vespa Vol.4

Consueta uscita mensile della serie 'Motociclismo racconta il Mito Vespa' giunto al numero 4. In questo numero si parla estensivamente di quella che io considero la 'Vespa dell'Operaio', ovvero la VBA, seguita dalla VBB1 e 2 e dalla versione 125, la VNA1. Sicuramente la Vespa più comune della produzione Piaggio dopo il PX. Il fascicolo è ben strutturato e sviscera in modo esaustivo l'argomento con diagrammi, foto di Vespe conservate e restaurate e documenti dell'epoca. Poster centrale con la VBB della copertina. Tutti abbiamo avuto a che fare prima o poi con una Vespa come questa, io da adolescente ne trovai due senza targhe e documenti dal rottamaio che frequentavo. Che impressione mi faceva poter acquistare una Vespa tutta per me, che in quel momento avevo solo una bicicletta! E per comprarne una mi chiesero 50 mila lire, l'equivalente di 26 € di oggi! Purtroppo mio padre che aveva i cordoni della borsa e che giudicava qualsiasi spesa strana inutile, disse di no e le due povere VBB rimasero tristemente abbandonate dal rottamaio...non so che fine hanno fatto, un giorno sparirono per sempre. Mi ricordo ancora che almeno una ancora partiva con il classico papapa e nuvoletta di fumo...