AdSense

giovedì 23 agosto 2012

Novità in Edicola: Officina della Moto, La tua Vespa

Beh non mi sembra giusto parlare sempre e solo di pubblicazioni di valore nel campo Vespistico, purtroppo a volte penso che siccome erroneamente ti sei speso questi soldi, sia giusto anche parlarne non benissimo! E'il caso di questo fascicol(etto) della Cigra 2003, responsabili di altre pubblicazioni simili (è bimestrale) incentrate su altri tipi di mezzo, Vespa stessa compresa. In questo caso ci si dovrebbe trovare di fronte ad una specie di piccola guida della manutenzione & del restauro, in 65 pagine la vedevo già dura prima di aprire e mettermi a leggere...dubbio confermato non appena ho visto per l'ennesima volta apparire la cronistoria di alcuni (non tutti, solo la produzione Vespa 50, PX con LML, T5) modelli Piaggio...e basta! Ormai ce le propinano in tutte le salse, credo che sarà la 100a volta che leggo queste cose, ormai la conosciamo la storia della Vespa! Poi seguono articoli vari probabilmente in parte dei bei copia-incolla di 2-3 pagine al massimo, un pò poco per spiegare bene anche le sole basi del tema. Certo che 2 pagine per spiegare come si sostituisce l'olio cambio in una Vespa forse è al contrario un pò troppo, ma come sempre alcune foto sono invasive e riempibuchi quindi per forza si sfora...! I testi sono molto concentrati e le impaginazioni non sembrano sempre seguire lo stesso filo logico, per esempio perchè nella sezione "Cambiare il copertone" (copertone? ma così lo si chiamava negli anni '40...si chiama pneumatico!) c'e' l'elenco degli attrezzi da usare mentre non c'e' nulla negli altri capitoli? Mah...buona l'esposizione della problematica burocrazia, 4 pagine piuttosto chiare. E' evidente che i vari temi sono stati trattati da persone diverse un pò a compartimenti stagni. Dopodichè un inutile (a mio avviso) serie di foto di Vespe tunizzate, ben 6 pagine di foto! Capisco che l'argomento è "scottante" (infatti nelle poche parole scritte si dichiara apertamente che l'elaborazione rende il mezzo utilizzabile solo in pista) ma allora non ne parlare proprio e concentra le poche pagine su restauro e manutenzione, no? Chiosa con un inutilissimo articolo dedicato all'Elefantreffen (ma che c'entra con la manutenzione e il restauro????) e via altre 6 pagine buttate...che dire, per 4,90 € gli posso dare un 6- se si considera che il fascicolo verrà letto da un ragazzino neopatentato di 14 anni, ma con internet si possono reperire le stesse informazioni e magari anche esposte meglio e più estensivamente e senza tanti errori a gratis.

4 commenti:

Marben ha detto...

Eh caro Francesco... Trovo assolutamente azzeccata la tua analisi.
Pochi giorni fa mi sono imbattuto anch'io in questa nuova rivista e... ho scoperto che hanno pure copiato e incollato un mio vecchio post (parliamo di giugno 2008!) sulle LML.
Bel modo di operare: prendere a sbafo dal web, ovviamente senza citare la fonte, per confezionare un giornaletto di poche pagine venduto a quasi 5€...

Il web è decisamente meglio... è gratis e, cosa non da poco, è "interattivo".

Ho giù "denunciato" la cosa sul forum di Stardeluxe: http://www.stardeluxe.it/forum/index.php?topic=11739.msg180298#msg180298

E' sempre un piacere leggerti
Marco

Francesco Caizzi ha detto...

Ciao Marben, come va! Anche io dopo tanto ho piacere a rileggerti! Scusa la risposta tardiva, ma il negozio ricambi mi dà molto da fare...ho letto anche un pò del forum LML, beh non mi sembra che siate proprio proprio tutti soddisfatti degli acquisti fatti, i problemi vedo che ce ne sono...ma credo che forse eravate anche un pò preparati a questo! Io comunque continuo a NON vedere in giro per Modena e provincia le famose PX2011 e mi chiedo sinceramente a chi le stanno vendendo quelli della Piaggio! Ci sentiamo!

Ciao FC

Marben ha detto...

Personalmente non ho una LML ma messo le mani su molti esemplari e confermo che la qualità lascia spesso a desiderare, anche se una 2T rifatta a modo cammina più che dignitosamente!
Ho invece - da anni - una Bajaj e quella ha dato grandi soddisfazioni.

Qui in provincia di MI comincio a vedere parecchi PX 2011, credo che i numeri di vendita non siano trascurabili anche se certamente inferiori a quelli delle LML.

A presto
Marco

Francesco Caizzi ha detto...

Ciao Marben, in pratica potrebbe succedere come è già successo per le moto indiane Royal Enfield che riprendono le vecchie Triumph e Norton anni '40, ovvero che è nata una serie di preparatori inglesi che una volta che queste moto sono importate in Europa sostituisce tutte le parti diciamo scadenti e fa in modo di ritornare ad uno standard elevato del mezzo. Certo però che le Enfield hanno uno stile particolare per cui si può anche prevedere di sostituire anche parti intere di motore, per una LML mi sembra un pò tempo (e denaro) perso...

Per le PX2011 allora devo arguire che ormai non tornerà mai più il boom come successe qui nei primi anni '80 in cui per avere un PX c'era una lista di attesa di 6 mesi...ma nulla di strano, nulla è per sempre!

Ciao FC