AdSense

domenica 22 dicembre 2013

Come risolvere un problema col carburatore UB23S della Vespa GS150



Nelle Vespa GS150 ci sono due criticità da tenere sempre conto sia nel restauro che nell'utilizzo del mezzo dopo, il primo è l'efficenza della batteria e del circuito di ricarica nell'accensione a spinterogeno di cui queste Vespa nelle versioni 2/5 (ma anche nelle GS160 e SS180) sono dotate e secondo l'efficenza del carburatore con cui sono equipaggiate, il Dall'Orto UB23S, che deve essere sempre massima. Aldilà del fatto che il maggiore punto debole di questi carburatori è la tenuta della saracinesca cilindrica rispetto a trafilaggi di aria indesiderati, esiste anche un'altro problema causato dalla conformazione di questo carburatore e la sua posizione di montaggio.

Infatti non capita di rado che anche in presenza di un carburatore perfettamente revisionato, la miscela entri nella vaschetta ma ad un livello non abbastanza in alto perchè arrivi correttamente al diffusore e per cui abbiamo come risultato che la Vespa non parte. Per risolvere questo problema ecco una semplice modifica da effettuare sul perno del galleggiante. In pratica si crea con un seghetto una seconda tacca di fermo, circa 2 mm. sopra quella originale. In questa maniera la corsa del galleggiante sarà più lunga con conseguente maggiore riempimento.

Non andate oltre questa misura perchè rischiate l'ingolfamento permanente della Vespa! Ringrazio il sig.Frigerio esperto carburatorista Dell'Orto per avermi suggerito cosa provare.



Addenda: nonostante le modifiche, la Vespa in seguito ha avuto ancora dei problemi a partire, ho risolto con la messa in piano della vaschetta (anche una minima inclinazione in più o in meno può causare problemi, tipo non partire, appunto o provocare ingolfamenti) tramite una livella a bolla e un piccolo lavoro di aggiustaggio sui due fermi di alluminio tra vaschetta e corpo carburatore.



4 commenti:

Anonimo ha detto...

Buonasera e complimenti per l'eccellente lavoro, a proposito di carburatore vorrei segnalarti che in quello della mia vs5 non ci sono fermi tra vaschetta e corpo, ciò mi consente di inclinare la vaschetta in modo deciso. Come mai non ci sono i fermi? È un modello precedente? La sigla è ub23s3. Un'altra cosa, la vaschetta di tipo "A" è indispensabile per una corretta carburazione? In pratica cosa comporta? Grazie Francesco

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Si, la GS 150 utilizza due tipi di UB23S, la versione 1 con un singolo sfiato nell'attacco del filtro che dovrebbe essere quello che hai tu e che va montato sulle VS1, poi esiste un fantomatico modello 2 che nessuno ha visto e il modello 3 con due sfiati più uno cieco che dovrebbe essere quello col fermo e che va su tutte le altre versioni della GS 150. Sinceramente sulla questione della vaschetta non ti so rispondere, io l'ho sempre vista fatta alla stessa maniera in tutti i tipi di UB23S che ho trattato, forse qui dovresti rivolgerti a chi tratta questi carburatori, come Frigerio di Desio.

Anonimo ha detto...

Grazie per l'informazione a proposito dell'inclinazione.
MA:la misure con il livello si fa con la vespa senza il cavalletto?
Con il cavalletto si sà che c'é sempre un lato dove é in pendenza.
Grazie

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Io il livello l'ho sempre fatto con la Vespa sul cavalletto, il fatto che ci sia una aliquota di inclinazione dalla parte del lato motore è abbastanza ininfluente in quanto il condotto della benzina è praticamente parallelo all'asse longitudinale della Vespa. Pochi gradi di inclinazione verso destra non cambiano nulla.

Ciao F.