AdSense

domenica 20 luglio 2014

Nuova uscita in edicola: Officina del Vespista n°8

Con un pò di ritardo stavolta, prosegue l'uscita del bimestrale Cigra 2003 arrivato al numero 8. Tra i vari articoli si segnala un restauro "tuning" (se così si può dire) di una farobasso del '55 trasformata in una dream-Vespa molto simile alla "6 Giorni", una replica affascinante che non snatura il mezzo come ho visto fare invece in tante altre elaborazioni, soprattutto estere. Restando a parlare di "6 Giorni" in questo numero di OdV spicca il disegno outlined tecnico del motore proprio della mitica 6 Giorni! Non mancano gli articoli prettamente tecnici come quelli su come smontare il gruppo termico di un PX (o altra large, sono simili) o su come operare sul fanale SIEM originale di una Vespa 50 3M. Non mancano i restauri, che spaziano su diversi modelli, VNB, Rally e Sprint. Infine non mancano articoli sui club (interessante uno sul VC di New York) e trattandosi di numero estivo, delle mete che si possono raggiungere in Vespa sotto il solleone, come la Sicilia! Non senza un articolo per difendersi dalle vespe...non quelle di lamiera, quelle a strisce gialle e nere con ali!

La rivista sta diventando sempre più ben definita ad ogni numero che passa e questa è una bella notizia, fa fede la comunità su Facebook di Officina del Vespista che ormai sta arivando ai 10.000 iscritti!

L'ultima Arcobaleno

Una Arcobaleno con freno a disco presumibilmente del 1998 o 99, le ultime prima che uscisse la Millenium, poi sostituita dalla serie MY. Anche se esternamente assomiglia molto ai modelli successivi, il contachilometri è ancora quello tipico con sfondo nero e il coprimanubrio non ha l'appendice per coprire il cavo idraulico del freno a disco. Alla Piaggio le identificano come modelli M09 o M18.


martedì 15 luglio 2014

Restauro (non troppo ortodosso) Vespa 50 L 1968

Ed  ecco l'ultima fatica del Vespa Garage, una Vespa 50 L del 1968 in un non troppo diffuso colore Avorio New York P/901. Non è un restauro pragmatico, in quanto il motore è elaborato all'incirca alla stessa maniera della Vespa Scippo (che era una Vespa 50 L pure quella) con una semiespansione a banana Polini invece della simile Leo Vince, equipaggiato alla stessa maniera di carburatore 19/19 ma con filtro concentrico. Il motore che non è il suo originale 3M ma quello di una Special 4M degli anni '80 su richiesta del cliente non è stato revisionato se non proprio nelle puntine (era fermo da tempo e non partiva più) e i dischi frizione che si erano incollati e slittavano in accellerazione. Chi ha elaborato il mezzo ha anche pensato bene di inchiodare il parastrappi rendendo il cestello frizione rigidamente connesso con l'ingranaggio secondario. Anche altri particolari sono stati cambiati, come la sella doppia e l'ammortizzatore anteriore da Special. Anche per le manopole si è optato per le più comuni grige con logo vecchio tipo, quelle corrette con logo esaginale costavano il triplo e al cliente non importava l'originalità ad ogni costo. La carrozzeria che è stata curata direttamente da lui è verniciata in lucido diretto e ha un ottima finitura grazie anche all'uso di vernice Dupont che è una delle migliori del mercato.



Revisione della forcella.



Il lavoro terminato.















Il collaudo finale della mia pilota! Promossa!