AdSense

martedì 15 luglio 2014

Restauro (non troppo ortodosso) Vespa 50 L 1968

Ed  ecco l'ultima fatica del Vespa Garage, una Vespa 50 L del 1968 in un non troppo diffuso colore Avorio New York P/901. Non è un restauro pragmatico, in quanto il motore è elaborato all'incirca alla stessa maniera della Vespa Scippo (che era una Vespa 50 L pure quella) con una semiespansione a banana Polini invece della simile Leo Vince, equipaggiato alla stessa maniera di carburatore 19/19 ma con filtro concentrico. Il motore che non è il suo originale 3M ma quello di una Special 4M degli anni '80 su richiesta del cliente non è stato revisionato se non proprio nelle puntine (era fermo da tempo e non partiva più) e i dischi frizione che si erano incollati e slittavano in accellerazione. Chi ha elaborato il mezzo ha anche pensato bene di inchiodare il parastrappi rendendo il cestello frizione rigidamente connesso con l'ingranaggio secondario. Anche altri particolari sono stati cambiati, come la sella doppia e l'ammortizzatore anteriore da Special. Anche per le manopole si è optato per le più comuni grige con logo vecchio tipo, quelle corrette con logo esaginale costavano il triplo e al cliente non importava l'originalità ad ogni costo. La carrozzeria che è stata curata direttamente da lui è verniciata in lucido diretto e ha un ottima finitura grazie anche all'uso di vernice Dupont che è una delle migliori del mercato.



Revisione della forcella.



Il lavoro terminato.















Il collaudo finale della mia pilota! Promossa!


Nessun commento: