AdSense

lunedì 4 agosto 2014

E li chiamano "Restauri Professionali"...

E li chiamano restauri professionali, tutto questo trovato su una singola VB1 che è stata "restaurata" di recente a prezzo esorbitante e in cui...non era stato ricostruito il motore. "Non sono capace di trattare i motori" la candida giustificazione di chi era intervenuto. Quindi lì sono dovuto intervenire io. Il motore era davvero ai minimi termini, albero motore da reimbiellare, gruppo termico esausto e tutto il resto ormai al limite...cuscinetti, crocera e quant'altro. Nel mentre però mi sono accorto che c'erano una serie di errori davvero incredibili per quello che doveva essere un costoso restauro professionale, per una Vespa che tra breve dovrà anche passare l'esame dell'ASI. Tanto per dire, lo scudetto anteriore che un pò balla, non stretto a modo nella sua sede, due manopole da 24 mm. che erano state messe al posto di quelle giuste da 21 con rinforzo di...nastro adesivo per non farle scivolare e poi due bei bulloni con grammatura per il portaruota di scorta e la ruota di scorta fissata con due dadi del 13 invece che del 14 come dovrebbe essere o meglio ancora, con due dadi piatti chiave 22, come quelli delle ruote. Ma cominciamo con le foto...

E il ribattino della guarnizione della pancia motore? Chi lo monta, il Comune?


Interessante interpretazione del montaggio clackson. Con viti a croce e ruotato di 90°

 
Questo cappellotto era sulla presa ROTONDA in bakelite sul motore dei cavi a bassa tensione. (E' il cappellotto della centralina della PK50...). Poi altri due gommini mancanti, il passacavo dell'impianto elettrico e il gommino scolatoio del vassoio carburatore. Nel motore mancava del tutto il passacavi del cambio, il copricilindro non era stato rifosfatato.


Bellissima la leva della messa in moto del GS, ma sebbene venga chiamata da tutti la "GS dei poveri", la VB1 la leva ce l'ha priva di marcature...


Questa non è la fascia ferma batteria giusta per la VB1 ma una generica modellata tanto perchè la trattenga in sede (PS mancava un gommino di battuta nel vano, anche)


E dulcis in fundo...il "marone" peggiore. Un banalissimo rubinetto benzina da Vespa 50 privo di decantatore al posto di quello originale Dall'Orto con decantatore traverso! Speriamo che l'esaminatore ASI non se ne accorga...