AdSense

venerdì 13 febbraio 2015

Restauro Vespa 50N 1964

E questa volta ho messo mano ad una Vespa 50 un pò più rara e particolare delle solite che passano al Vespagarage. Questo restauro infatti tratta di una Vespa "scocchino" 50 del 1964, nel raro colore rosso P/847, colore con cui è poi in ogni caso nata.

Ma la partenza era tutto meno che una "buona base".

Pur avendo lo "scocchino" e la sella singola ancora con il pianale piatto di chiusura, questa 50N è una delle prime che ha il fanalino interamente in plastica, piuttosto che quello rastremato in metallo.






Insomma, pancia motore letteralmente massacrata a martellate, scudo spezzato e in diversi punti sbreccato, mancante di sportellino e parafango, manubrio sbeccato sul fanale e bisognoso urgentemente di lavori di saldatura...



Ma la situazione peggiore è sulla pedana, semidistrutta sotto e con dei lamierati saldati a cavolo sopra...unica possibilità la sostituzione integrale,





Anche il motore è in pessime condizioni, però è quasi completo (manca solo il coperchietto in metallo del selettore cambio). E'stato revisionato da un meccanico di fiducia del cliente e mi è stato consegnato pronto da montare (o quasi).





















La lunga sequenza della lavorazione della carrozzeria, come si vede gli interventi sono stati davvero tanti per riportare al suo splendore originale questo Vespino.



Nel motore come detto, mancava il coperchio selettore in metallo. Per fortuna ne avevo uno disponibile nel Vespagarage e abbiamo preservato l'originalità!



Un caso frequente: una volta che il cilindro originale è stato troppo rettificato, si prende un cilindro più recente, si tornisce l'imbocco del cilindro (perchè alrimenti non entrerebbe nel carter) e si mette pari pari al posto dell'altro. Però il foro di fissaggio per la vite del copriventola/copricilindro non corrisponde a quello sul cilindro, ma si ovvia con la classica clip e una vite filettata a taglio.


In questo esemplare il cliente ha voluto inserire il contachilometri che sarebbe un optional, questo il sistema di fissaggio all'interno del manubrio.

Ed ecco il risultato finale:























Anche i bulloni della pedana sono gli originali "LOBO" recuperati dal mucchio delle "meraviglie" del Vespagarage e rizincati!



1 commento:

roberto guidi ha detto...

������������ ne ho una uguale, lavoro stupendo, prima o poi lo farò anche io