AdSense

mercoledì 2 marzo 2016

Restauro (?) di Vespa PK50S del 1982

Beh, non proprio un restauro-restauro...diciamo più un buon riassemblaggio! Si partiva da una Vespa in condizioni (e colore) decisamente non proprio eccezionali...un motore equipaggiato con Polini 102, carburatore 19 e una marmitta ad espansione Giannelli da Vespa ET3 (con relativo scasso fatto con l'accetta o a morsi, non l'abbiamo capito) per fare passare il collettore nel telaio interno sinistro...




Oltre alla condizione non eccezionale, anche un mix di pezzi di altre Vespa PK, ovvero il bauetto e il parafango anteriore della XL che per ragioni di budget (comprensibili) sono rimasti anche dopo...

Ma la parte peggiore doveva ancora venire e si è evidenziata completamente dopo la sabbiatura del telaio...

Un disastro!






Ci siamo trovati di fronte al classico sarcofago di stucco (a dir poco) che copriva un orrendo lamierato pieno di botte, pieghe, buchi da saldature a elettrodo (!!!) da far paura. Il preventivo del carrozzaio diventava impraticabile  e a questo punto è stato deciso di scartare questo pezzo di metallo da Biennale di Venezia e di cercare un'altro telaio con documenti.

Per fortuna ho trovato subito un bellissimo telaio semi-completo con forcella completa di pneumatico praticamente nuovo conservato in provincia di Alessandria ad un prezzo onesto, con documenti e addirittura dello stesso anno del precedente telaio!

Così al carrozzaio è rimasto solo di lucidare il telaio conservato e riverniciare le parti mancanti provenienti dalla PK di partenza e alla fine è stato anche speso meno di quanto era stato preventivato col precedente telaio, prima delle "belle scoperte" sotto lo stucco...






Ecco la sequenza del rimontaggio...




















Al motore è stata solo sostituita la frizione a 4 dischi con la normale a 3 e la molla è stata rimessa la sua originale, più siccome dovrà passare la revisione, è stata rimontata la marmitta originale previa sostituzione del massacrato filtro aria Polini con due fori di aspirazione chiusi con delle candele vecchie (avete letto bene) con un filtro standard da PK e ricarburazione del 19/19 con un getto del 68!

Risultato finale!

Non potrà mai passare la FMI o l'ASI questa PK, ma sicuramente ha reso felice il suo proprietario ;-)











...e il telaio scartato? Venduto! Così che è stato recuperato l'importo della sabbiatura inutile più del guadagno! Così va il Mondo...Vespa!

4 commenti:

androgeno Rossi ha detto...

Save Largo Ciospe, mi volevo complimentare con lei con l'ottimo lavoro svolto sulla PK/s 50.
Io ne possiedo una alla quale ci sono da fare 2 pezze di 5x5cm circa sulla pedana proprio sopra dove è saldata la staffa dritta che sta vicino al cavalletto.
Una domanda, saprebbe dirmi come procedere per favore?
Cioè devo prima farla sabbiare e poi cosa bisogna fare?
La ringrazio se vorrebbe spiegarmi questi passaggi per favore, in quanto è il mio primo restauro vespa e sono solo e con budget molto basso.
Grazie e ancora complimenti per i lavori svolti e i video con i consigli.

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Ciao se devi fare due pezze chiaramente dovrai saldarle sotto l'area da coprire e portare l'area tutto intorno a metallo, sia sopra che sotto perchè dovrai saldare da entrambe le parti. Per saldare bisogna che lo fai fare a filo e non con l'elettrodo, perchè altrimenti ti si buca immediatamente la lamiera...il risultato di questo tipo di saldatura sbagliato si vede chiaramente dalle foto del vecchio telaio della PK50S che ho sistemato...dopo di chè armato di smeriglio a frullino, devi pareggiare il più possibile le saldature rispetto alla lamiera e infine stuccare per portare a livello tutto quanto e poi procedere normalmente per la riverniciatura...secondo me, visto che una saldatrice a filo non è sempre facilmente disponibile meglio se lo fai fare ad un carrozzaio questo lavoro.

Ciao F.

Andrea Ledda ha detto...

Ciao, complimenti del bel restauro.
anche io mi sto cimentando nel restauro della mia pk s 50. Ho giá verniciato la moto con un colore non originale che sicuramente non mi permetterà di iscriverla all'asi o fmi. Difatti ti volevo chiedere quanto vai a pagare di assicurazione dato che non è iscritta?

Largo Ciospe Francesco ha detto...

Ciao grazie per i complimenti ma la Vespa non è mia ;-) Io l'ho restaurata conto terzi...di solito le assicurazioni d'epoca non assicurano direttamente i 50ini, ma da poco ho trovato questa assicurazione online suggeritami da un amico, forse dovresti provare qui: https://www.24hassistance.com/Motoplatinum.aspx i prezzi sembrano onesti e non hanno bisogno della FMI o ASI. Ciao F.